Tammy Abraham

AS ROMA NEWS TORINO ABRAHAM – Una doppietta di Tammy Abraham – sono 27 i gol stagionali dell’inglese, 17 in campionato – e un calcio di rigore di Pellegrini portano la Roma in Europa League senza dover aspettare i risultati di oggi di Fiorentina ed Atalanta, che anche vincendo non potrebbero raggiungere i giallorossi. La squadra di Mourinho passa 3-0 a Torino, chiude nel migliore dei modi il campionato, e ora può concentrarsi sulla finale di Conference League col Feyenoord, scrive il Corriere della Sera.

Per mercoledì, lo Special One proverà a recuperare Henrikh Mkhitaryan, che nelle ultime ore è stato accostato all’Inter. «Ho parlato con Miki – le parole di Tiago Pinto – per il recupero dall’infortunio. Siamo entrambi concentrati sulla finale, lo conosco e sono sicuro al 100% che sia una bugia che sta parlando con l’Inter. Farà tutto il possibile per giocare la finale. Dybala? Non voglio parlare di mercato, avremo tempo».

Ne ha parlato, invece, Francesco Totti che vuole fare un regalo alla Roma. In che modo? Provando a convincere Paulo Dybala ad accettare la corte di Mourinho. «Lunedì ci parlerò e vedremo se riuscirò a portarlo a Roma», le parole dell’ex numero 10. «Lo farò – ha proseguito – come capitano dei romanisti. Incontrerò Paulo a Milano, faremo la partita di Eto’o e giocheremo insieme. Qualche cosa gliela metterò in testa, almeno cercherò di farlo. Speriamo di riuscirci, sempre che la Roma abbia la mia stessa idea. Sarebbe una pazzia se dicessimo che non piacerebbe».

Potrebbe essere la prima mossa da dirigente della Roma, sicuramente gli aprirebbe la strada per un ritorno. «A chi non piacerebbe stare nella Roma? Conosciamo le problematiche che ci sono state, ma ora c’è una proprietà nuova con altre idee e esigenze. I matrimoni si fanno in due. La finale di Tirana è importantissima, ci si gioca un trofeo e quando giochi una finale dai sempre il massimo per ottenere il risultato. La garanzia è Mourinho: è l’allenatore che ha vinto di più al mondo, chi meglio di lui sa cosa significa questa finale? Non avrà la stessa risonanza di una Champions, ma va rispettata e va vinta».

Uno dei meriti del portoghese è aver ricreato un clima di entusiasmo intorno alla squadra. «Da quando c’è questo stadio, la Roma ha preso un’altra strada. La spinta dei tifosi romanisti è diversa da ogni altra, con loro come dodicesimo uomo hai la voglia di portare in alto i colori».

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID