Javier Pastore

CALCIOMERCATO ROMA PASTORE – Le clausole in questo momento rallentano (soltanto) la definizione di tutti quegli affari che stanno rendendo la Roma come la società più attiva sul mercato. D’altronde, il pokerissimo è servito da un paio di giorni. Da quando cioè – agli arrivi già definiti di Coric, Marcano e Cristante – si aggiungeranno quelli di Kluivert (mancano un paio di documenti) e, tranne colpi di scena, Javier Pastore che, in vacanza alle Baleari, aspetta solo la definizione dell’affare col Psg per sbarcare in Italia. La base, comunque, è sempre sui 18-20 milioni di fisso più 4 di bonus per il Psg, e circa 4 milioni di stipendio per l’argentino. L’impressione è che, fatti i primi cinque colpi, Monchi tiri il fiato, ma è meglio non farsi trarre in inganno. Dalla Russia, infatti, giunge la voce dell’interessamento della Roma per Emil Forsberg , 26 anni, ala del Lipsia e della Svezia. Capitolo Alisson. Si aspetta solo che il Real Madrid salga con l’offerta per poter “liberare” il portiere. Se tutto poi arrivasse prima del 30 giugno, la Roma metterebbe subito a bilancio una plusvalenza favolosa, anche se l’offerta fosse “solo” di 60 milioni più bonus. Insomma, non è escluso che alla fine l’affare convenga a tutti. Altro capitolo riguarda Ziyech (Ajax), che piace parecchio, e non è escluso che, se ci fossero altre uscite a centrocampo, Monchi non tenti un nuovo blitz. Questione Florenzi. Tra oggi e domani il suo agente Lucci, incontrerà la dirigenza per parlare del rinnovo, visto che il contratto scadrà nel 2019 e le richieste non mancano. L’accordo economico è possibile sulla base di 3 milioni, ma sarà importante valutare anche le garanzie tecniche che l’azzurro potrà avere.

(Gazzetta dello Sport)

© RIPRODUZIONE RISERVATA