Josè Mourinho

ULTIME NOTIZIE AS ROMA MOURINHO – Giorni intensi e senza un attimo di respiro per la Roma. Nonostante i Friedkin siano andati qualche giorno negli States e Tiago Pinto in Portogallo, i telefoni sono rimasti incandescenti ed è stato organizzato un meeting a Londra per far il punto della situazione con Mourinho: dal mercato al ritiro, passando per amichevoli e staff. Conferme ufficiali non ce sono, perché ai dirigenti della Roma piace mantenere il riserbo, ma è probabile che l’incontro avvenga quanto prima, forse già nei prossimi giorni, scrive il Corriere della Sera.

Da una parte, con Mourinho, bisognerà fare il punto sul mercato. Partendo dalla porta, dove Rui Patricio è il nome più concreto mentre Donnarumma il sogno. Il giocatore è rimasto colpito dalla telefonata di Mourinho che però, da sola, potrebbe non bastare a convincere lui e Raiola.

Un altro nome tornato di moda nelle ultime ore è quello di Szczesny: la Juve chiede almeno 30 milioni, la Roma non vuole spendere una cifra del genere per un portiere di 30 anni e l’affare potrebbe andare in porto solo se a Torino abbassassero le pretese e qualche giocatore rientrasse nella trattativa. Si fa il nome di Florenzi, che piace anche a Inter e Napoli, ma Alessandro vorrebbe restare a Parigi (difficile) o proseguire all’estero. Magari al Tottenham, se Conte firmasse.

Per il centrocampo si continua a trattare per Xhaka, per l’attacco c’è sempre Belotti mentre Dzeko, da Dubai, riflette sul suo futuro. E segue tutte le vicende della Roma, visto che è stato il primo a commentare il rinnovo di Mkhitaryan in giallorosso.

Vacanza anche per l’altro attaccante, Mayoral, che è in Spagna (dopo Madrid e Mallorca ora è ad Ibiza) e per Mancini che, dopo la delusione azzurra, ha raggiunto la famiglia a Forte dei Marmi. Lo aspetta un mese di ferie per ricaricare le batterie e presentarsi da Mourinho con un’infinita voglia di rivincita. Lo cerca la Premier, la Roma vuole invece rinnovargli il contratto.

Oltre al mercato, con Mou la società parlerà anche di staff: sempre valido il nome di Amelia tra i collaboratori, il nuovo medico sarà con ogni probabilità straniero e presto si insedieranno nuovi dirigenti in ruoli chiave del club. I Friedkin, che quando torneranno a Trigoria troveranno uffici nuovi di zecca, vogliono mettere a disposizione del portoghese il migliore staff possibile e assecondarlo in ogni richiesta. Se però per gli Usa, al momento, appare tutto complicato, più facile che la Roma faccia il ritiro a Trigoria e poi si sposti per brevi periodi in Europa.

Prevista un’amichevole contro il Benfica, allo studio anche un match contro il Bayern Monaco e un’altra big europea. L’idea è quella di affrontare subito avversari di livello per testare le ambizioni della nuova Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA