Josè Mourinho, Nicolò Zaniolo

AS ROMA NEWS BETIS MOURINHO EUROPA LEAGUE – Sconfitta con beffa per la Roma, che cede 2-1 in casa con il Betis nei minuti finali e consegna, di fatto, agli spagnoli il primo posto del girone. Giovedì prossimo a Siviglia sarà fondamentale non perdere per rimanere in corsa almeno per il secondo posto, ora occupato dal Ludogorets con 4 punti, uno in più rispetto ai giallorossi, scrive il Corriere della Sera.

Non è bastato il gol di Dybala, il sesto in stagione, il secondo in Europa League, su calcio di rigore contro un Betis con qualità e messo bene in campo da Pellegrini, primo allenatore nella storia a sconfiggere Mourinho con 4 squadre diverse (Malaga, Manchester City, West Ham e Betis). A peggiorare la serata dei giallorossi, che in Europa venivano da 20 risultati utili casalinghi consecutivi (13 in Europa League), l’infortunio dopo pochi minuti al ginocchio destro di Celik dopo uno scontro con Mancini e l’espulsione per rosso diretto di Zaniolo, che salterà il ritorno.

A fine gara Mourinho non può essere soddisfatto. “Il Betis – le parole del tecnico – ha avuto più qualità rispetto a noi, ma noi abbiamo avuto più occasioni di loro. È questa la contraddizione della partita, perché le opportunità le abbiamo avute. Loro hanno un elevato livello tecnico e ci hanno messo in difficoltà, noi abbiamo sbagliato un paio di occasioni incredibili, soprattutto quella di Cristante: il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto”.

Al tecnico non è piaciuto l’atteggiamento della squadra in occasione dei gol del Betis. “Siamo stati passivi, anche se sul secondo eravamo molto stanchi. Una sconfitta del genere è dura da digerire. L’espulsione di Zaniolo? Non l’ho vista, ha visto l’assistente, peccato che non si sia accorto di un giallo su Pezzella, che andava espulso per somma d’ammonizioni”.

Ora la qualificazione diventa complicata per i giallorossi. “Non possiamo pensare di finire al primo posto, loro hanno 9 punti e la gara interna con l’Hjk Helsinki, il nostro obiettivo è arrivare secondi con il rischio di incontrare una squadra di Champions. Però preferisco affrontare una scesa dalla Champions che andare a giocare la Conference League”.

Sconsolato Roger Ibanez, tra i migliori della Roma. “Abbiamo avuto – le parole del brasiliano – un po’ di sfortuna e tante occasioni per fare gol. Dobbiamo riprenderci subito e andare più forte dalla prossima contro il Lecce e poi di nuovo col Betis. Abraham e Zaniolo? Stanno cercando di fare quello che possono, la loro volontà di fare gol è anche la nostra”.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨