Curva Sud Roma

AS ROMA NEWS MOURINHO OLIMPICO SOLD OUT – Un’onda d’amore travolgente che va oltre i risultati e le delusioni. Ieri la Roma ha messo in vendita i biglietti per la partita con il Feyenoord del 20 aprile e la coda virtuale è arrivata a segnare 24.592 persone in attesa di un tagliando, picco mai registrato nella storia. Una caccia che porterà all’ennesimo sold-out stagionale.

Sono arrivati quota 27 non consecutivi (la striscia si è interrotta a Roma-Genoa, il primo è stato con la Salernitana lo scorso anno), un amore che non si vedeva da tempo e che oggi è tornato a sbocciare. Anche, forse soprattutto grazie José Mourinho, leader della squadra e della gente. È soprattutto per lui che i tifosi hanno cominciato a riavvicinarsi alla Roma dopo la presidenza Pallotta. Lo Special One ha riportato entusiasmo e imprevedibilità, ha vinto un trofeo che dalle parti del Fulvio Bernardini non si vedeva da 14 anni, ha dato un ruolo centrale al pubblico sugli spalti ed è riuscito a far presa sui giovanissimi.

Ad aiutare una politica societaria sui prezzi dei biglietti lungimirante e in linea con il periodo storico che il Paese sta vivendo. Non solo, anche un livello maggiore di intrattenimento (canzoni pre-gara, giochi di luci, concorsi e concerti) e iniziative di marketing mirate che hanno avuto la funzione di detonatore. Andare allo stadio, anche in partite non di cartello, a prezzi stracciati o addirittura gratis è stato qualcosa di profondamente innovativo.

Un esempio: in Roma-Atletico Madrid, prima gara dei gironi di Champions League che si è giocata il 12 settembre 2017, sugli spalti c’erano 36mila persone (il sold out è oltre 62mila). Il costo di un biglietto di Curva Sud? 40 euro. Per la gara contro il Feyenoord (quarti di finale di Europa League) il costo nello stesso settore è di 25. Insomma, un cambiamento radicale che è alimentato da José Moutinho, un tecnico di calibro internazionale la cui figura è universalmente riconosciuta come vincente e che ha attirato su di sé tantissima curiosità.

Osservarlo sbracciarsi in panchina verso la squadra, assistere dal vivo a una protesta contro gli arbitri, sentirlo parlare in conferenza stampa e magari vederlo attaccare un avversario che si attarda a battere una rimessa laterale, fa ormai parte dello show. Si chiama “effetto Mou“, un fenomeno che ha contagiato migliaia di persone, a tal punto che martedì sera in 40mila hanno riempito l’Olimpico per assistere a Roma-Barcellona femminile. Un risultato da record: si tratta del numero maggiore di tifosi nella storia del calcio femminile italiano. Mourinho è riuscito a trasformare la Roma nel giro di un anno e mezzo e un suo addio anticipato potrebbe portare una pericolosa involuzione.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨