Inter, il piano Dzeko

Edin Dzeko

CALCIOMERCATO ROMA DZEKO INTER – In tempi di social è giusto dire così: Dzeko ha messo il like all’Inter. Tra lui e la società nerazzurra c’è un po’ di più di una semplice stima a distanza.  Dzeko e l’Inter si piacciono, la sosta per le nazionali è servita al centravanti anche per parlare del suo futuro con lo storico agente Irfan Redzepagic: le condizioni perché un anno dopo Nainggolan i due club tornino a parlarsi per intavolare un nuovo affare ci sono tutte.

A Dzeko piace l’ipotesi Inter, molto più di un ritorno in Premier League, che pure sarebbe possibile se è vero che West Ham (soprattutto) ed Everton si sono mosse di recente mandando segnali alla Roma. Il bosniaco però ha espresso il desiderio, anche per motivi familiari, di restare in Italia. Con il club giallorosso non sta vivendo il migliore dei momenti, una cessione a fine stagione può rientrare nell’ordine delle cose, è un’eventualità che definire remota sarebbe sbagliato.

E l’Inter gli darebbe la possibilità di giocare ancora ad alti livelli, da qui nasce il gradimento espresso da Dzeko all’eventualità di un trasferimento a Milano. Insomma: se l’Inter ha in testa il bosniaco, è perché sa che al bosniaco può arrivare. Lo stipendio di Edin – 4,5 milioni netti più bonus – è alto ma rientra comunque nei parametri nerazzurri. Ed è chiaro che il contratto in scadenza nel 2020, che difficilmente sarà rinnovato, non fa che agevolare i piani dell’Inter, disposta ad offrire al centravanti un contratto triennale.

Se a Dzeko piace l’Inter, va pure spiegato perché l’Inter cerca un profilo come quello dell’attaccante della Roma. Si ragiona, evidentemente, nell’ipotesi che Icardi vada via: la strada in quel senso è tracciata, poi evidentemente tutto dipenderà dalle offerte che arriveranno (se arriveranno) ad Appiano. Dzeko piace ad Ausilio da sempre, lo stesso Marotta ha provato in passato a portarlo alla Juventus, arrivando una volta a sfiorare persino il colpo.

Il bosniaco è considerato il profilo perfetto per completare il reparto offensivo, per giocare vicino a Lautaro o al posto di Lautaro, in definitiva è considerato il tipo di centravanti ideale per accompagnare la crescita del Toro argentino. Ideale sia per il tipo di gioco, sia per l’esperienza internazionale in grado di garantire, qualità che è mancata alla squadra di quest’anno in alcune uscite europee.

Va trovata la valutazione corretta: l’Inter cerca un affare low cost, magari studiando l’inserimento di una contropartita tecnica. La Roma invece parte da una valutazione elevata per il centravanti, non lontana dai 30 milioni di euro per i quali si concluse la trattativa – poi sfumata – con il Chelsea nel gennaio 2018, 13 mesi fa. Insomma, c’è un pezzo di strada da fare per vedere Dzeko in nerazzurro.

(Gazzetta dello Sport)

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA