Nicolò Zaniolo

CALCIOMERCATO AS ROMA ZANIOLO MILAN – La settimana di Zaniolo. Dopo aver rinunciato alla trasferta di La Spezia causa mercato, sono giorni caldi per capire se il numero 22 resterà o meno a Trigoria dopo la fine del mercato (nonostante le sensazioni di Mourinho). Ieri sono arrivate anche le parole di Roberto Mancini, l’uomo che forse prima di tutti ha creduto nelle potenzialità del ragazzo, che lo ha ammonito sui giusti atteggiamenti da intraprendere, scrive Il Tempo.

«Dal primo giorno in cui l’ho visto ho pensato che fosse un ragazzo con grandi qualità, credo che debba mettersi a disposizione della squadra, come fanno tutti i giocatori». Parole chiare, che allungano la scia delle dichiarazioni di Pinto nel prepartita di La Spezia. Se Mourinho è convinto di una permanenza di Nicolò per mancanza di offerte, d’altro canto vanno registrati alcuni movimenti attorno al nome di Zaniolo.

Come anticipato, oltre alle squadre di Premier, anche un club italiano seguiva le tracce del calciatore con la speranza di strapparlo ad un prezzo più basso nelle ultime ore di mercato: il Milan. E una mossa, anche a una settimana dal gong, volta a smuovere le acque, i rossoneri sono pronti a farla. Dopo alcuni contatti con l’entourage del ragazzo, il Milan sarebbe pronto ad offrire 20 milioni. La Roma vuole un prestito con obbligo di riscatto condizionato alla qualificazione in Champions League, per una cifra pari a 25 milioni bonus compresi.

Una proposta lontana dalle richieste iniziali di Pinto, che punta sulla forte volontà del ragazzo di restare in Italia e sulla mancanza di altre offerte sul tavolo del gm portoghese. Ma, come ribadito anche al Tottenham di Paratici che ha formulato un’offerta molto simile e senza, di fatto, un obbligo, Zaniolo non si muove a queste condizioni. Le parole di Mourinho, in tal senso, tornano a risuonare: «La mia sensazione è che Zaniolo il 1 febbraio sarà qui con noi».

Il club giallorosso, al momento, resta fermo sulle sue posizioni, nonostante la difficoltà di arrivare ad un accordo che soddisfi tutte le parti in causa. La speranza di Massara e Maldini è quella di aprire degli spiragli da qui al 31 gennaio, in una situazione che, però, vedrebbe coinvolto anche il Tottenham che resterebbe in corsa.

Sempre sul fronte uscite, dove il club è compatto sul pretendere cessioni a titolo definitivo e non temporaneo, aumentano le pretendenti per Shomurodov. Dopo il grave infortunio ad Henry, infatti, c’è anche il Verona pronto a prendere l’attaccante uzbeko. Ma anche i gialloblù non si spingono oltre un prestito con diritto di riscatto. In Italia oltre ai veneti resta forte l’interesse di Torino e Cremonese, in attesa di eventuali ripensamenti da parte di Pinto. Un mercato, insomma, che può regalare ancora sorprese, con una squadra che, intanto, sul campo ha ripreso alla grande dopo la pausa, chiudendo il girone d’andata con 5 punti in più rispetto alla scorsa stagione.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID