C’è la palla a spicchi della Nba da sfondo nel presente-futuro della Roma. James Pallotta è tra gli azionisti del Boston Celtics, Dan Friedkin, che vorrebbe rilevare la Roma, è stato ad un passo dall’acquistare gli Houston Rockets, e infine il fondo statunitense York, che sarà partner del magnate ceco Vitek nel rilevare le società di Parnasi fra cui quella dei terreni di Tor di Valle dove nascerà il nuovo stadio della Roma, è azionista di minoranza dei Milwaukee Bucks.

Una sovrapposizione che, in prospettiva, potrebbe diventare interessante, visto che la Roma avrà sempre più bisogno di incrementare la redditività delle proprie iniziative.

Da questo punto di vista, infatti, la Nba è all’avanguardia nel mondo, ed è per questo che una eventuale, temporanea, coabitazione tra Pallotta e Friedkin supportata dall’esterno, per la questione stadio, dal tandem Vitek-fondo York potrebbe fornire idee utili per sviluppi in questo senso.

(Gazzetta dello Sport)

© RIPRODUZIONE RISERVATA