Maresh Kumbulla

ULTIME NOTIZIE AS ROMA FIORENTINA – Sarà turnover, ma ragionato, perché la Roma scenderà in campo per la terza volta in sette giorni e perché a breve ci saranno un’altra sfida di campionato (domenica 7 marzo, in casa alle 12.30 contro il Genoa) e l’andata degli ottavi di Europa League contro lo Shakhtar Donetsk (ancora all’Olimpico, giovedì 11, inizio alle 21), scrive il Corriere della Sera.

Fonseca sa che il momento è delicato e non si può perdere altro terreno nella corsa ai posti Champions. Così il portoghese dovrebbe limitarsi a tre cambi: Kumbulla in difesa per il disastroso Fazio, Diawara per dare un turno di riposo a Villar e uno tra Pedro e El Shaarawy al posto di Pellegrini.

L’emergenza in difesa, che ha portato Fonseca a schierare fuori ruolo sia Spinazzola che Karsdorp nelle partite contro lo Sporting Braga, va pian piano rientrando. Detto di Kumbulla (che si era infortunato dopo la sconfitta per 2-0 contro la Juventus del 6 febbraio scorso), torna a disposizione anche Chris Smalling che però, come ha detto Fonseca, « sarà convocato ma non è nella condizione di giocare 90 minuti». L’inglese andrà dunque in panchina. La sua ultima apparizione data 31 gennaio, Roma-Verona 3-1, quando uscì dal campo per un infortunio muscolare dopo soli 11 minuti.

Nella scorsa stagione, in prestito dal Manchester United, Smalling è stato uno dei migliori difensori della serie A. In questo campionato, invece, è stato tormentato dagli infortuni e da un’intossicazione alimentare. Ha giocato così solo 12 partite (10 da titolare) per soli 863 minuti di utilizzo. Pochi per i 15 milioni spesi all’ultimo giorno del mercato estivo per riscattarlo dai Red Devils.

© RIPRODUZIONE RISERVATA