Tiago Pinto

ULTIME NOTIZIE AS ROMA TIAGO PINTO – Partenza soft e il derby alla sesta. La Roma di Mourinho ieri ha seguito compatta a Trigoria (dopo la cena di gruppo di martedì) la composizione del primo calendario asimmetrico della serie A. L’esordio all’Olimpico il 22 agosto sarà contro la Fiorentina contro la quale lo Special One ha ottenuto 4 vittorie e 2 pareggi, scrive Leggo.

Poi un poker sulla carta poco complicato: Salernitana, Sassuolo, Verona e Udinese. La possibilità di una partenza sprint è proprio quello che voleva Mourinho. Il 26 settembre è tempo di derby con la Lazio (ritorno alla 30°) poi ancora uno scivolo fino alla nona. Quella in cui Spalletti tornerà a Roma col Napoli mentre con la Juve si gioca il 9 gennaio.

Altra data da cerchiare quella di Mourinho contro la sua Inter: 5 dicembre (ritorno il 24 aprile). La prima del ritorno (e del 2022) sarà il 6 gennaio a San Siro contro il Milan mentre all’ultima sarà a Torino col Toro. A commentare calendario (e non solo) ci ha pensato il Gm Tiago Pinto: “Mi spiace di non essere lì con voi ma stiamo lavorando per Mourinho, ancora dobbiamo migliorare tanto la squadra. Gli avversari prima o poi si affrontano tutti”.

Poi si sbottona: “Dzeko è felice e motivato, lui e Mou hanno un rapporto speciale che parte da lontano. Speriamo sia decisivo come in questi anni. Uno come Josè si convince con le idee, il progetto e il cuore. Lui ha vinto in tutti i club, adesso siamo riusciti a convincerlo con un progetto diverso a tre anni per far crescere la Roma. In conferenza è stato bravo, dicendo che tutti parlano di titoli ma noi dobbiamo parlare di tempo e progetto, ma non vuol dire che non giocheremo per vincere. Siamo tutti qui per vincere e conquistare qualcosa per la Roma, ma è una strada da fare insieme con tanto lavoro, se lavoriamo bene i titoli arriveranno presto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA