Leonardo Spinazzola (Credit By Depositphotos.com)

AS ROMA NEWS SPINAZZOLA – Avrebbe potuto, non essendo infortunato, regalarsi un lungo fine settimana di vacanza, Leonardo Spinazzola. Eppure prima ha chiesto al c.t. Mancini di non chiamarlo in Nazionale, poi è rimasto sempre a Trigoria ad allenarsi perché sa perfettamente che il suo fisico non è ancora al 100%, scrive La Gazzetta dello Sport.

Il paragone, magari scontato ma corretto, è quello con Nicolò Zaniolo: la scorsa stagione il numero 22 giallorosso stava bene, era a posto, ma per ritrovare esplosività e la completa estensione delle ginocchia ha avuto bisogno di tempo, partite, sensazioni, allenamenti.

Per Spinazzola è lo stesso ed è per questo che, intervenendo in un podcast organizzato dalla società, ha detto chiaramente le cose come stanno: “Questo infortunio è uno dei peggiori per un calciatore, anche per le mie caratteristiche che si basano sulla velocità. Qualcosa mi manca sull’appoggio, quando devo andare sull’avampiede, ma cerco di riprendere il più possibile. Non andare in Nazionale è stata una mia richiesta, Mancini ha capito e mi ha concesso questi dieci giorni per lavorare, per rimettermi a posto e fare dei lavori specifici che mi mancano da luglio, per il polpaccio e per tutta la catena muscolare. Ho chiesto questa cortesia al commissario tecnico e lui ha capito”.

Sensazioni diverse Spinazzola sperava, dopo l’operazione al tendine di luglio 2021, di tornare in quattro mesi, gliene sono serviti più del doppio ma, almeno, si è tolto la soddisfazione di esserci per il finale di stagione e vincere un trofeo: “A maggio mi sembrava che fosse passato un mese dall’infortunio, invece ne erano passati nove dall’ultima partita. È stato tutto normale, forse perché ero talmente felice di rientrare che mentalmente volavo, Quando abbiamo vinto la Conference League è stata una liberazione per me dopo un anno incredibile. Ha rappresentato la chiusura del cerchio”. Oggi le cose sono un po’ diverse, ma Spinazzola non si arrende: allenarsi è l’unica strada per riprendersi quello che la sorte gli ha tolto. La strada è quella giusta.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID