Jordan Veretout

ULTIME NOTIZIE AS ROMA CRISTANTE VERETOUT – Nell’iniziale 4-2-3-1 e nel successivo 3-5-2 di Josè Mourinho, a centrocampo vengono sempre schierati Bryan Cristante e Jordan Veretout. I due centrocampisti non sono mai stati messi in discussione da Mou, che raramente ha rinunciato ai suoi due titolari. Per Mourinho, infatti, è netta la differenza di qualità tra i suoi titolari e le riserve, come sottolineato dalle sue parole dopo la debacle contro il Bodo (“Una cosa è la squadra dei 12-13 giocatori, un’altra cosa sono gli altri. Ora nessuno mi chiederà più perché giocano sempre gli stessi”).

A causa della giovane età e della poca esperienza, Mou ha fatto fatica ad affidarsi agli altri centrocampisti in rosa nel corso della stagione, così Cristante e Veretout hanno dovuto fare gli straordinari.

Dopo una stagione passata per lo più da difensore, Bryan Cristante è tornato nel suo habitat naturale: il centrocampo. Per il gioco della Roma, il numero 4 ad oggi sembra imprescindibile: è abile a fare schermo davanti la difesa, recupera numerosi palloni e la maggior parte delle azioni partono dai suoi piedi. Inoltre Bryan, dopo l’Europeo vinto in estate, in questa stagione sta mostrando una netta crescita sul piano mentale. In campo, è molto sicuro dei suoi mezzi e i compagni lo cercano quando sono in difficoltà.

Jordan Veretout, dopo l’eccezionale campionato sotto la guida di Fonseca, quest’anno era chiamato al definitivo salto di qualità. L’inizio è stato sfavillante: 3 gol nelle prime 2 giornate e la viva sensazione che anche quest’anno avrebbe fatto molto bene. Ha trovato per la prima volta la nazionale francese, dopo averla inseguita per tutta la sua carriera. Successivamente è arrivato un calo nelle sue prestazioni e due errori dagli undici metri, specialità dell’ex Fiorentina. In diverse occasioni, è sembrato mancargli il dinamismo che lo aveva contraddistinto in carriera e ha fatto fatica a partecipare alla manovra offensiva della squadra. Nelle ultime uscite dell’anno, però, il numero 17 è finalmente tornato sui livelli a cui ci aveva abituati la passata stagione, complice anche una maggiore libertà nello sganciarsi in fase offensiva.

In attesa di nuovi innesti dal mercato (si parla dei soliti Grillitsch e Kamara per il centrocampo), Cristante e Veretout dovranno ancora fare gli straordinari per mandare avanti la mediana della Roma. Mourinho, però, aspetta novità importanti in questo Capodanno da Tiago Pinto. E li aspettano anche i tifosi giallorossi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA