Ieri Luciano Spalletti, intervenendo a Roma Radio, è sembrato sereno, e ha cercato di trasmettere serenità all’ambiente: “Sarà un anno bellissimo, ci dovremo impegnare molto per dare continuità a quanto fatto nella passata stagione. La società sta lavorando, con le problematiche che ci sono nel calcio e che stanno affrontando molti altri. Io non critico il lavoro di nessuno, Sabatini è uno specialista del mercato e siamo sempre in contatto, con lui e con gli altri collaboratori per dare un indirizzo corretto alla prossima stagione: siamo una squadra anche fuori e lo faremo vedere sempre più spesso, la Roma diventerà una grande società. Sabatini sa che abbiamo bisogno di mettere a posto la difesa perché sono partiti tre titolari su quattro, o due titolari e mezzo: Digne è andato, Ruediger è un titolare, Maicon è stato un grande giocatore per due anni, Florenzi ha fatto molto bene in questa posizione però bisogna sempre chiarire il suo ruolo preciso. Sono situazioni che per una squadra che vuole ambire al vertice vanno messe assolutamente a posto”. Per quanto riguarda la difesa rimangono in stand by le posizioni di Caceres e Zabaleta, così come quella di Szczesny. Chi potrebbe invece arrivare è Juan Jesus: con l’Inter si basa sulla base di un prestito con diritto di riscatto a 8 milioni.

(Corriere della Sera)

© RIPRODUZIONE RISERVATA