Fabio Cannavaro

ULTIME NOTIZIE ITALIA CANNAVARO GATTUSO DE ZERBI – Due gli scenari. Se Mancini decide di restare, sarà ancora il c.t. della Nazionale. Se lascia, tre sono i candidati pronti a sostituirlo: Fabio Cannavaro, Roberto De Zerbi e Gennaro Gattuso, Altre piste, al momento, sembrano escluse, scrive La Gazzetta dello Sport.

Dipende tutto da Mancini. La sera di Palermo il c.t. era sotto shock: come se si fosse improvvisamente reso conto dei una situazione che era sfuggita di mano, fin dal pari con la Bulgaria, e che forse era stata sottovalutata. Circola voce che abbia anticipato a qualche giocatore l’addio dopo l’amichevole in Turchia.

Ieri, però, il c.t. è parso più rilassato e sereno, come se avesse ricaricato le batterie. Ha un contratto che, giustamente, la federazione gli aveva rinnovato fino al Mondiale 2026 prima dell’Europeo. Nessuno poteva immaginare la picchiata post-Wembley. Mancini guadagna quattro milioni all’anno, più bonus.

La verità la conosce soltanto Mancini. Il c.t. guiderà gli azzurri a Konya, poi deciderà. Da un lato c’è la voglia di restare per andare al Mondiale, dall’altro però la realtà di una Nazionale che, dopo un Europeo indimenticabile, è crollata. Quasi tutti i giocatori sotto gli standard di Wembley.

Il bel gioco offensivo scomparso. E anche il c.t. è parso meno lucido nelle convocazioni e nella lettura delle partite. Lo stesso tentennamento su Balotelli è stato un segnale di insicurezza. L’anno scorso il Mancio puntò su Raspadori decisamente, senza se nè ma. Le dimissioni non sono del tutto impossibili.

E quindi tre nomi. In prima fila, oggi, c’è Fabio Cannavaro, simbolo azzurro, l’ultimo capitano a sollevare la coppa a Berlino, 136 presenze, secondo soltanto a Buffon. Cannavaro, 48 anni, ha allenato in Dubai, Arabia e Cina, compresa la nazionale a interim. Nel Guangzhou ha vinto campionato e Supercoppa. È un allenatore che dedica cura maniacale alla tattica e all’organizzazione. Probabilmente in azzurro tornerebbe alla difesa a tre. Si parla di un eventuale ticket con Marcello Lippi, d.t. azzurro di tutte le nazionali e non “ombra” di Cannavaro: perché qui è tutto il sistema che deve ripartire da nuove basi.

Le altre due suggestioni portano a due tecnici giovani. Uno è Rino Gattuso, 44, altro simbolo di Berlino: il suo lavoro moderno e “giochista” è stato apprezzato nel Milan e nel Napoli. Quindi Roberto De Zerbi, 42 anni, risultati notevoli nel Sassuolo che lo hanno lanciato in Europa. Adesso è legato allo Shakhtar con un biennale: vista la situazione ucraina, però, potrebbe svincolarsi entro giugno. Meno gettonate, al momento, soluzioni d’esperienza quali Claudio Ranieri, senza contratto. Sembra invece presto per Daniele De Rossi: ha un grande futuro, deve aver il tempo di maturare. Ora palla a Mancini.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨