Ryan Friedkin

NOTIZIE AS ROMA RYAN FRIEDKIN – Ryan Friedkin non vede l’ora di iniziare la sua esperienza alla Roma. Lui e il padre Dan hanno voluto fortemente il club giallorosso per renderlo grande e vincente. Di quattro fratelli, Ryan, è quello che più di tutti ha seguito le orme di Dan Friedkin accompagnandolo anche nella nuova avventura capitolina. Per questo si è già parlato per lui di un possibile ruolo alla “Zhang Jr” dell’Inter.

Ryan Friedkin ha un curriculum di tutto rispetto. Dopo la laurea alla Southern Methodist University si è trasferito a Los Angeles dove vive attualmente.  È il direttore e consigliere di amministrazione di The Friedkin Group e insieme al padre ha due interessi in comune che spiccano più di altri. Il primo è il cinema, diventando business, con la nascita dell’Imperative Entertainment, fondata nel 2014.

La sua prima produzione arriva qualche anno dopo con “Hot Summer Nights” e non senza difficoltà come racconta lo sceneggiatore e regista Elijah Bynum. I temi trattati e la poca appetibilità commerciale rendevano difficile trovare chi lo producesse finché non si è presentata la Imperative Entertaiment. “Nessuno voleva farlo – racconta Ryan – Io non ho esitato un attimo e poi con Elijah ci siamo trovati subito perché entrambi giovani”.

Insomma, non è certo uno che si tira indietro e con Dan Friedkin lo ha dimostrato portando a termine l’operazione Roma. D’altronde lo sport ha sempre fatto parte della famiglia vista la grande passione per il basket e i Rockets in particolare. Non è strano trovarlo sugli spalti del Toyota Center di Houston a tifare per la franchigia NBA che il padre aveva anche provato ad acquistare senza successo.

Grande attenzione volge anche al sociale e sono numerose le iniziative che lo vedono coinvolto con scopi di beneficienza. La  “Friedkin Conservation Fund”, ad esempio, è un’organizzazione istituita per preservare le aree protette della Tanzania e nella quale Ryan spende molto del suo tempo.

Ora, però, l’epicentro dei suoi interessi diventerà la Capitale e il primo obiettivo sarà proprio quello di un’inversione di tendenza rispetto al passato cercando di eliminare la distanza tra società e tifoseria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui