Chris Smalling

NOTIZIE AS ROMA SMALLING – L’esperienza di Chris Smalling con la maglia della Roma è finita ieri sera. Con una vittoria, è vero. Un successo prestigioso, seppur con una Juve piena zeppa di riserve. Ma i giallorossi hanno perso lo stesso. Il mancato riscatto del centrale inglese è una sconfitta per una società ormai allo sbando e che sta vivendo un periodo di transizione senza precedenti.

Ormai, nel festeggiare i quinti posti (siamo tornati ai tempi di Mazzone…), si è perso il contatto con la realtà e tutto succede nel silenzio più totale dei tifosi. Smalling sarebbe stato una pedina fondamentale per l’Europa League e per la prossima stagione, sul quale davvero costruire qualcosa di importante. La stampa filo-societaria racconta di una fumata nera per un gioco al rialzo del Manchester United. Nulla di più falso: la Roma era ferma all’offerta di 14 milioni di euro e i Red Devils ne volevano 20. Tutto chiaro, ma la realtà viene sempre mistificata come accade dal 2011 ad oggi.

L’augurio più sincero è che arrivi presto il nuovo proprietario che liberi la Roma da persone incompetenti che stanno rovinando quel che rimane di questa società con lotte di potere intestine. Che sia Friedkin, un arabo, uno sceicco, un russo, un cinese, non è dato saperlo, ma la cessione deve avvenire nel minor tempo possibile per il bene della Roma. Altrimenti, oltre a Smalling, vedremo partire altri giocatori importanti. E non vorremmo che il prossimo fosse Zaniolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui