Marco Violi

NOTIZIE AS ROMA MARCO VIOLI – Marco Violi, editore e direttore responsabile di Romagiallorossa.it, rilascia un’intervista in cui comunica di lasciare momentaneamente la gestione del portale web. Queste le sue dichiarazioni:

Marco, ieri hai condotto la tua solita trasmissione pomeridiana commentando l’intervista di Francesco Totti a ‘Vanity Fair’. Perchè ti senti attaccato?

“Ormai è diventata una moda: se non attacchi Marco Violi non sei nessuno. Di questo sinceramente mi sono stancato, perchè io non ho mancato di rispetto a nessuno. Se la gente scrive cose inesatte, io devo intervenire e riportare tutto alla realtà. Questo Sig. Marco Lluci non solo mi ha minacciato dicendo di stare attento a cosa devo dire, ma ha anche specificato chiaramente che non so chi è realmente lui. Premetto che non ho paura di nessuno, ma questa storia di essere continuamente minacciato mi sta dando ai nervi. Tra l’altro questo Sig. Lluci ha attaccato Totti in una maniera vergognosa, proprio nel giorno dei funerali di suo padre. Io, fossi in lui, mi vergognerei”.

Ma perchè vieni sempre bersagliato? Cosa hai detto che non andava?

“Ah non lo so, dovresti chiederlo a lui. Con queste persone non ci può essere dialogo. Vanno denunciate e basta. Ma ti confesso una cosa, perchè la mia pazienza sta arrivando ormai al limite…”

Prego.

“Mi prendo un periodo di riflessione. Non so a questo punto se continuerò a gestire ancora Romagiallorossa.it. La gente se è malata si vada a curare, non posso stare dietro le frustrazioni delle persone! Sono stalker di prima categoria, sono persone evidentemente con dei problemi mentali. Se a me non piace quello che dicono ad una radio, non l’ascolto, è tanto semplice! Nessuno impone al Sig. Lluci di ascoltarmi e di minacciarmi o insultarmi. Ma chi si crede di essere? Non esiste al mondo! Per farti un esempio, ero un ascoltatore di Radio Radio ma da quando hanno preso una certa linea su un tema molto importante come il Covid, io non li ascolto più. E’ da più di tre mesi che non ascolto una radio romana. Io penso a lavorare e a dare informazioni alla gente, ma non per questo devo essere insultato. Lo ripeto: chi autorizza il Sig. Lluci a insultarmi in maniera gratuita?”

Lasci Romagiallorossa.it, quindi?

“Per il momento sì. Almeno per un po’. Mi sono stancato di queste checche isteriche che sputano sentenze a destra e a manca. Si facciano una vita, ma non la rovinino a me. Io sono qui per dare informazioni alla gente, non per essere insultato. E chiunque lo farà in futuro verrà denunciato. La mia pazienza è davvero al limite. Stiamo vivendo un momento difficilissimo a livello mondiale. Stamattina ho visto che nel mio quartiere c’è stato un caso di Covid perchè c’erano gli infermieri dell’ambulanza vestiti tutti di bianco in assetto anti Coronavirus e qui si sta pensando ancora al calcio. E’ assurdo. Si facciano un esame di coscienza questi “signori” che insultano e minacciano gratuitamente gli altri. Io mi ci pulisco il sedere con le loro e-mail di minaccia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA