Paulo Fonseca

ULTIME NOTIZIE AS ROMA FONSECAFonseca è rimasto un uomo solo. O meglio, ci sarebbe solo Tiago Pinto a perorare la causa del tecnico portoghese. Le voci, poi smentite dalla Roma, di un duro confronto tra squadra e allenatore, non fanno altro che alimentare le sensazioni non positive intorno a lui. “Continuiamo a lottare per la Champions”, “Ho visto una bella Roma”, le parole dopo il deludente pareggio contro il Sassuolo. Ormai non gli crede più nessuno, soprattutto perchè c’è la sensazione che lo stesso Fonseca stia cercando un’ancora di salvataggio per ormeggiare una nave ormai alla deriva.

Con che spirito arriva la Roma alla delicata trasferta di Europa League contro l’Ajax? Clima da “tutti contro tutti”, dove ognuno dei giocatori pensa a salvare la sua stagione, dove ognuno gioca per sé e non per la squadra. E l’allenatore, che dovrebbe creare coesione, cosa fa? Nulla. Si arrende all’evidenza di una squadra scollata e senza identità, senza un gioco. Verrebbe da dire, senza una guida in panchina.

Si sarebbe dovuto esonerare Fonseca la sera stessa di Roma-Spezia di Coppa Italia, perchè è inammissibile che un allenatore non si accorga che non può effettuare sei cambi. Eppure i Friedkin, seppur con qualche remora, sono andati avanti con lui. Un eccesso di fiducia che sta portando la Roma, pian piano, a giocare il prossimo anno l’Europa di Serie C, ovvero la Conference League.

Fonseca è inadatto per la Roma: non ha capito la città, le esigenze della squadra, si è fatto molti nemici all’interno dello spogliatoio ed è per questo che è sempre più solo. Tiago Pinto lo appoggia, se non per amor di patria (sono entrambi portoghesi), ma da giugno ci vorrà un allenatore vero. Allegri per vincere subito, Sarri per vincere in prospettiva. Non crediamo che i Friedkin abbiano comprato la Roma per sfizio visto che stanno sborsando suon di milioni di euro per risanare il bilancio del club. Ma ci vuole uno scatto in avanti. Ci vuole coraggio, per dirla alla Fonseca. Speriamo che i proprietari lo abbiano capito una volta per tutte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA