Mino Raiola

ULTIME NOTIZIE MINO RAIOLA – Il mondo del calcio è in apprensione per Mino Raiola. Nella giornata di ieri è trapelata la notizia del suo ricovero all’ospedale San Raffaele di Milano, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico e ora resta sotto osservazione, scrive Il Messaggero.

Nel pomeriggio si parlava di «operazione d’urgenza» ed era forte la preoccupazione ma Alberto Zangrillo, primario all’ospedale milanese (nonché presidente del Genoa), ha spiegato che l’operazione «era programmata da tempo». Notizia, tra l’altro, confermata dall’entourage del procuratore italo-olandese, di 54 anni, che ha ridotto la portata dell’intervento chirurgico, anche se ha confermato la sedazione: «Mino Raiola è stato sottoposto a controlli medici ordinari che hanno necessitato di anestesia.

Si tratta di controlli programmati, non c’è stato nessun intervento d’urgenza», si legge sul comunicato. Però, fonti qualificate parlano di «un’operazione delicata». Al di là delle indiscrezioni sullo stato di salute del potente procuratore italo-olandese, resta la paura per quanto accaduto.

Nato a Nocera Inferiore il 4 novembre 1967, Mino Raiola si trasferì giovanissimi in Olanda. Grande appassionato di calcio, riuscì poco alla volta a entrare nel mondo del pallone grazie alla sua intraprendenza e al suo entusiasmo. Tra i tanti campioni nella sua scuderia, è l’agente di giocatori come Ibrahimovic, Donnarumma, Balotelli, Verratti, Pogba, Haaland e de Ligt. Oltre ad avere in mano la procura di tanti giovani talenti in giro per l’Europa. A testimonianza di quanto Raiola sappia dialogare e trattare (e spesso litigare) con i top club del Vecchio Continente. In affari delicati è da sempre al centro di ogni sessione di mercato ne è spesso uscito vincitore. Ne sa qualcosa il Milan, che in estate ha perso Donnarumma a parametro zero, dopo il mancato rinnovo.

Ora il portiere della Nazionale, campione d’Europa con la Nazionale di Roberto Mancini (parando due rigori nella finale di Wembley con l’Inghilterra), gioca in Francia, nel ricco Psg. Se con le società per via del ruolo che svolge ha spesso confronti animati, con i suoi giocatori, invece, ha saputo creare ottimi rapporti.

«Mino è un agente, un amico e un padre. Mi ha aiutato molto a inizio carriera», le parole di Ibrahimovic, di qualche settimana fa, alla trasmissione di Fabio Fazio «Che tempo che fa». E adesso anche il centravanti milanista è in apprensione per le condizioni di salute di Raiola. Come si può ben comprendere, attorno al potente procuratore c’è il massimo riserbo sulle sue condizioni di salute. Ma fonti qualificate rassicurano non sia in pericolo di vita. Quanto basta perché il mondo del calcio possa tirare un sospiro di sollievo.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID