Alisson: “Questa partita è una lezione di vita. I tifosi? Sono stati uno spettacolo”

Alisson Becker, al termine della partita con il Lione, ha rilasciato alcune dichiarazioni. Queste le sue parole:

ALISSON A ROMA TV

Sulla partita.
Abbiamo avuto 18 occasioni purtroppo non abbiamo fatto quello che dovevamo. La squadra però ha lottato e ha fatto vedere che siamo forti, anche se non abbiamo portato a casa il risultato.

Hai salvato la Roma.
Io lavoro sempre per la squadra e nella partita deve essere una cosa naturale.

L’andata vi condanna.
Abbiamo commesso degli errori. Una squadra come noi non può subire 4 gol, è una lezione per la nostra vita. Nel calcio è così: una volta si vince e una si perde. Adesso dobbiamo rimettere la testa a posto.

Il pubblico?
Il pubblico è stato uno spettacolo, ne abbiamo bisogno.

Ora il Sassuolo.
Questa sconfitta si lascia dietro perché abbiamo altri obiettivi e ora dobbiamo pensare al Sassuolo.

ALISSON IN MIXED ZONE

Quanto pesa quel quarto gol?
Pesa tanto. Abbiamo fatto una partita quasi perfetta qui, abbiamo avuto 18 occasioni, avevamo bisogno di fare di più. L’andata non è stata buona per noi, una squadra come la nostra non può mai subire 4 gol. Siamo fortissimi, oggi lo abbiamo fatto vedere a tutti, a tutti i tifosi che sono venuti qua, hanno fatto un bello spettacolo, peccato che questo risultato non ci permette di andare avanti.

Difficile ripartire mentalmente?
Dobbiamo ripartire per forza. Dobbiamo lasciarci questa eliminazione dietro. Nella vita si deve imparare dagli errori, da questa lezione che abbiamo avuto in Europa League e non dobbiamo più fare gli stessi sbagli d’ora in avanti.

Ora diventa importantissimo il derby di Coppa Italia.
Diventa fondamentale, ma pensiamo prima al Sassuolo.

Stai dimostrando di essere una grande portiere.
La Roma può contare su di me, sono arrivato per fare il mio meglio, quello che facevo in Brasile. Lavoro ogni giorno con i miei compagni e lo staff. Ho dovuto imparare il calcio europeo in questo periodo, ma credo che sto facendo bene il mio lavoro.

Credete ancora allo scudetto?
Finché ci sono le occasioni noi dobbiamo crederci, però ora parliamo della prossima partita, dobbiamo pensare partita per partita senza pensare troppo avanti.

Sei preoccupato per il tuo posto senza l’Europa League?
Io rimango con la testa giusta nella stessa maniera, lavorando tutti i giorni, quando il mister e la squadra hanno bisogno di me io sono pronto per dare il mio meglio. Siamo due portieri forti, Szczesny fa un buon lavoro, ma io rimango sempre allo stesso modo, lavoro sempre forte sia quando gioco che quando non gioco.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA