Andrea Belotti

REAL BETIS AS ROMA PAGELLE EUROPA LEAGUE – Nella 4^ giornata di Europa League, la Roma esce a testa alta dal Benito Villamarin, fermando sull’1-1 il Real Betis capolista del girone. Belotti, al suo secondo gol europeo, regala un punto prezioso a Mourinho e ai giallorossi, ora a 4 punti in classifica.

RUI PATRICIO 6 – Anche questa sera prende gol al primo vero tiro in porta, su cui non può fare nulla, messo fuori causa dalla deviazione decisiva di Ibanez. Per il resto del match, fa buona guardia alla porta della Roma.

MANCINI 6 – La personalità non gli manca, come dimostra il siparietto con l’icona Joaquin a metà primo tempo. In difesa, però, è a volte troppo lento nelle chiusure dei numerosi tagli dei Verdiblanco. Come spesso gli capita si agitata eccessivamente nel corso del match, beccandosi un giallo e tanti richiami da parte dell’arbitro.

SMALLING 6,5 – Solita diga difensiva, si fa valere anche al Benito Villamarín con personalità e fisico.

IBANEZ 6 – Attento in fase di copertura, ribatte colpo su colpo ai numerosi attacchi offensivi del Betis, soprattutto nel primo tempo. Ha la sfortuna di mettere fuori causa Rui Patricio sul gol dell’1-0.

ZALEWSKI 7 – Senza dubbio tra i più in forma della Roma, è l’uomo in più sia nella fase difensiva che offensiva. La palma del migliore in campo va a lui.

CRISTANTE 5,5 – Non arriva al minimo sindacale né in fase di rottura né in quella di costruzione. Anche questa sera il suo apporto al gioco e alla manovra è obiettivamente troppo poco.

MATIC 6 – Il duro colpo subito ad inizio partita non condiziona la sua prestazione da metronomo del centrocampo che però finisce, complice anche il cartellino giallo, al termine del primo tempo. (dal 46’ Camara 6,5 – Entra e dà frizzantezza e dinamismo alla mediana giallorossa, servendo anche l’assist dell’1-1 a Belotti).

SPINAZZOLA 6,5 – Una delle migliori partite stagionali. Torna a spingere con continuità sulla sinistra, una spina nel fianco del Betis sin dal 1′. Rodri in fase difensiva non è un cliente facile, ma lui copre con qualità. (dal 71’ Vina 6 – Tenere il ritmo di Spinazzola non è semplice, ma entra con ordine e arriva alla sufficienza).

PELLEGRINI 6 – Nel ruolo di trequartista svaria in tutta la fase offensiva, esaltando la sua tecnica al servizio dei compagni. Purtroppo però il suo dinamismo viene frenato dalle attente coperture del Betis, che gli lasciano poco tempo (e spazio) per pensare. Nella ripresa sparisce gradualmente. (dall’88’ El Shaarawy s.v. – Seconda presenza in Europa, dopo i 12’ dell’Olimpico nella gara d’andata).

ABRAHAM 5,5 – Un po’ avulso dal gioco, nella prima frazione non riesce a lasciare il segno. Nel secondo tempo arretra il suo raggio d’azione ed entra di più nel vivo, ma senza incidere particolarmente.

BELOTTI 7 – Uomo gol decisivo: nella prima parte di gara si sgancia verso il centrocampo per aiutare la manovra. Nella ripresa gioca più avanzato, dannandosi l’anima per trovare il gol che – dopo la rete annullata a fine primo tempo – arriva al minuto 53. (dal 76’ Bove s.v. – mette minuti nelle gambe, puntellando maggiormente il centrocampo).

All. MOURINO 6,5 – Studia bene il match, imbriglia un Real Betis di valore e fa giocare la squadra con personalità in un campo complicato come il Villamarin. Roma che esce a testa alta, con un punto strameritato e che ora si giocherà il passaggio del turno nelle ultime 2 giornate.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID