Giampiero Ventura, neo Ct della Nazionale italiana, si è presentato in conferenza stampa. Queste le sue prime dichiarazioni:

“Sono felice di essere qui ma soprattutto sono orgoglioso di essere stato scelto a rappresentare una delle nazioni più importanti dal punto di vista calcistico. Ringrazio Tavecchio, Uva e Antonio Conte. Ringrazio Antonio perché mi ha lasciato una squadra con delle conoscenze. Una squadra con la cultura del lavoro. Questo mi dà la possibilità di partire leggermente avvantaggiato. Non sono emozionato, sono felice. Non ho più l’età per emozionarmi, ma sono felice e orgoglioso. La base di partenza sarà quella dell’Europeo perché non c’è tempo per cambiare subito”.

Sul gioco: “Qualsiasi gioco, se fatto bene, paga. Se fatto male, non paga. Quando speri di fare risultato, significa che ti affidi alla casualità. Quando vuoi fare risultato, significa che tutti spingono nella stessa direzione. Il calcio di Conte ha pagato in questo momento. E’ stato una componente importante per fare risultati e parto dal presupposto che si possa anche migliorare per ottenere risultati importanti. Il catenaccio? ormai lo fanno tutti, ho visto attuarlo anche dalla Francia contro l’Albania. Quella di Conte era umile, determinata e feroce. Vorrei che fosse anche eccitante, oltre a tutte le caratteristiche della Nazionale di Conte”.

Sugli obiettivi: “Non vedo l’ora di cominciare e di evolvere, partendo da una base ben precisa. Se facciamo un passo avanti, nessuno ci vieta di stupire”.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID