Siamo arrivati alla fine della seconda giornata della fase a gironi di Champions League, seconda giornata che ha visto imporsi le tre italiane (contro Feyernood, Qarabag e Olympiacos). I giallorossi espugnano a Baku il Qarabag con il risultato di 2-1. La Roma doveva sfatare un tabù e cosi è stato. Erano ben 7 anni che i giallorossi non vincevano in trasferta nella massima competizione europea. Tre punti d’oro per continuare il cammino in Champions e credere in una qualificazione agli ottavi di finale che all’inizio sembrava molto difficile. La Roma che si è vista non ha convinto: una squadra che ha dominato per mezz’ora segnando due gol e poi, dopo il gol dei padroni di casa, i giallorossi si sono spenti subendo la fisicità avversaria. Non ha convinto il turnover di Eusebio Di Francesco: fuori Florenzi, Fazio, Strootman, De Rossi e Perotti, dentro Peres, Jesus, Pellegrini, Gonalons e Defrel. Proprio questi ultimi due sono apparsi tra i peggiori della gara, con Gonalons che ha causato il gol che ha accorciato le distanze, mentre Defrel ha disputato una gara davvero sottotono. La partita si suddivide in due fasi: una Roma che domina e l’altra mediocre.

Andiamo ad analizzare la prima fase. Al 7′ Roma in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo è Manolas ad approfittarne e a siglare lo 0-1. Otto minuti dopo arriva raddoppio della Roma: su assist di El Shaarawy, bomber Dzeko fa un gran gol e porta i suoi sul risultato di 0-2. Nei minuti successivi è una Roma bella che ha espresso un gioco degno di nota. Momento cruciale del match al 28′: Gonalons si fa rubare il pallone in modo ingenuo da Ndlvou e serve Henrique che batte il portiere giallorosso.

Dopo il gol, una minima reazione della Roma che prova a ritornare in vantaggio di due gol con delle occasioni. La squadra giallorossa non trova spazi, si allunga e favorisce i contropiedi degli uomini di casa. Il tecnico giallorosso vede una manovra lenta e una squadra a cui manca la determinazione di chiudere la partita. Dentro De Rossi e Strootman con un centrocampo che garantisce più garanzie. In queste partite dove si vuole chiudere a tutti i costi la pratica, c’è il rischio anche di correre alcuni pericoli in contropiede. Al 90′ il Qarabag rischia di andare sul 2-2 con un colpo di testa che sfiora il palo di Alisson. La Roma in due giornate ha totalizzato 4 punti e ora si appresta al doppio confronto con il Chelsea di Antonio Conte. In queste due partite i giallorossi dovranno far vedere di che pasta sono fatti.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID