Claudio Ranieri

ROMA-SAMPDORIA 1-0 RANIERI – Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria, ha rilasciato alcune dichiarazioni subito dopo la sconfitta contro la Roma per 1-0. Queste le sue parole:

RANIERI A DAZN

Un suo commento su una partita che era iniziata molto bene.
Cercavamo di non far giocare i calciatori con più qualità e di ripartire in contropiede. Qualche volta ci siamo riusciti e altre meno, però la prestazione è stata buona, c’è voluto solo un gran gol di Dzeko, che sappiamo il campione che è. Lui al momento giusto sa tirar fuori il gol. Complimenti alla Roma, ma la Samp mi è piaciuta, sia nei singoli che a livello di squadra. Abbiamo rischiato ma la squadra ha cercato fino all’ultimo il pareggio.

Ekdal nell’intervallo aveva detto di far meglio col pallone tra i piedi.
E’ quello che ho detto anch’io, di cercare di gestire meglio il pallone. A dirlo è facile, in campo meno. Abbiamo sbagliato qualche contropiede, ma davanti avevamo una Roma concentrata, che non ci ha permesso di fare ciò che volevamo.

La partita di oggi ha dato l’impressione di una grande intelligenza tattica per Ekdal.
Ce l’avevo giovanissimo alla Juventus, per cui lo conosco bene. Ha fatto una buonissima carriera, è un giocatore molto pratico ed elegante. E’ sempre a disposizione del compagno ed è un punto fermo della Sampdoria.

Per il mercato Osti ha detto che Ranieri ha bisogno di consapevolezza e continuità.
Finora ho avuto a disposizione solo Quagliarella e La Gumina. Non ho mai avuto Gabbiadini e Keita, speriamo possano rientrare. Dal mercato non mi aspetto nulla, non dobbiamo fare qualcosa di importante. L’abbiamo fatto ad agosto e sono contento così.

All’Olimpico c’eravamo lasciati con le lacrime e i tifosi che l’acclamavano.
Senza pubblico non è calcio, però bisogna giocare, per cui facciamo di necessità virtù. I tifosi sono la nostra linfa, ci spronano. Senza di loro è un calcio asettico.

Oggi si è sentita meno l’emozione del ritorno all’Olimpico.
Totalmente. Senza tifosi non si può essere emozionati. I tifosi sono la miccia dell’emozione.

RANIERI IN CONFERENZA

Alla fine non siete più riusciti a difendere
Più che altro è stato Dzeko, solo lui fa quelle cose, ha fatto un anticipo incredibile. Avevamo neutralizzato qualsiasi azione della Roma, volevamo impegnarli di più sulla trequarti campo andando via in contropiede. Abbiamo trovato la strada chiusa, c’è amarezza per il risultato ma contro una squadra che sta lottando per stare in alto. Oggi ci è mancato andare sulla trequarti avversaria.

Come avete lavorato in questi giorni?
Ci siamo lasciati che eravamo in condizione, stiamo bene, ci siamo allenati in condizioni impossibili su campi bagnati. Dopo aver preso il gol abbiamo rischiato di prendere il secondo sulle ripartenze, ma abbiamo cercato il pareggio. Però ci sta, sono soddisfatto di come stiamo giocando. Sono soddisfatto di tutti, Quagliarella e Verre erano nella morsa dei tre difensori della Roma e del mediano che contrastava Verre. Non hanno potuto fare il loro solito gioco spumeggiante, anche se c’era la volontà di farlo con l’appoggio di Thorsby, Jankto, Candreva e Augello. Facile a dirsi, più difficile a farlo ma sono contento di tutto quello che hanno messo.

Ora l’Inter: non sarà facile
Non c’è niente di facile in questa Serie A. Anche con le neopromosse devi fare una super partita, cercheremo di fare la nostra figura contro l’Inter e fare punti, quello che non ci è riuscito oggi.

Sul mercato
Non mi aspetto niente sul mercato, siamo competitivi come siamo ora, saranno Keita e Gabbiadini a darci qualcosa in più.

RANIERI A SKY

La prestazione mi ha soddisfatto completamente, sia dal punto di vista dei singoli che come squadra: sapevamo cosa volevamo fare e volevamo rompere gli equilibri della Roma. Non riuscivano ad avere quella velocità d’esecuzione che amano, dovevamo essere più attenti soltanto sui contrattacchi. Mi è dispiaciuto perdere, ma quando giochi contro un campione come Dzeko, inventa cose che solo lui può vedere.

RANIERI AI CANALI UFFICIALI DELLA SAMPDORIA

E’ stata una sconfitta, ma la squadra ha lottato. La Roma non trovava lo sbocco giusto e noi cercavamo in contropiede di creargli problemi, ma non ci siamo riusciti: merito dei difensori della Roma. Solo un grande Dzeko ci condanna ancora una volta, come l’anno scorso. E’ riuscito a trovare il varco giusto. Abbiamo avuto lo spirito di voler rimontare, perdere 1-0 o 2-0 era lo stesso. La squadra è in salute, questo mi fa ben sperare. La squadra mi ha convinto, ha fatto una grande prestazione. Candreva si è riconfermato un ottimo acquisto. Sono amareggiato per la sconfitta, ora concentriamoci sull’Inter che è un’altra grande squadra. Recuperiamo le energie, ci sarà un’altra battaglia da affrontare. Dovrei riavere a disposizione Keita, perdo Ekdal per squalifica, ma la cosa più importante è recuperare energie fisiche e mentali. Dovremo fare un’altra bella partita, cercando di fare punti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui