Lorenzo Pellegrini

ULTIME NOTIZIE AS ROMA RADIO – Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Buona lettura!

Marco Corsi (Centro Suono Sport – 101,5): “La mia delusione oggi è tripla, perchè stavolta la Roma ha perso come l’anno scorso. E non funziona così. Perchè si può perdere, ma non in questo modo. Ci hanno distrutto Caprari e Lazovic. E no, non si può. La Roma è crollata, ci hanno preso a pallonate. E meno male che c’era il portiere. Ragazzi, non si può perdere così, perchè il Verona vale poco. La grande delusione è il tracollo della squadra: ma com’è possibile? Per me questo è un allarme rosso, enorme, che deve suonare dentro le stanze dei Friedkin. Mourinho già lo aveva detto: sono cinque partite che vince, ma ti dice che non va bene, che la squadra giocava male. Era l’unico che aveva capito, e ora farà qualcosa. Ma non posso mandare giù il crollo della squadra, il Verona ci ha preso a pallonate”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92.7)“Credo che Shomurodov-Zaniolo difficilmente possano essere una coppia di esterni per giocare fuori casa. Mi pare più un assetto da gara che devi recuperare ed è stata una delle tante cose che non ha funzionato. Salviamo la prodezza di Pellegrini, una giocata improvvisa in una partita già molto complicata. Fino a lì sembrava ci fosse una sorta di incantesimo, di energia positiva che faceva andare avanti le cose ma ci vuole tempo per migliorare la Roma. Anche Mourinho ha bisogno di tempo, il percorso è lungo e ci saranno tanti ostacoli”.

Gianluca Piacentini (Rete Sport – 104,2): “I tifosi si sono sempre fatti sentire durante la partita, gli va fatto un grande applauso, e penso che sia molto difficile che questo rapporto si possa interrompere per una sconfitta come quella di ieri. La Roma aveva evidenziato delle difficoltà già contro il Sassuolo, e ieri si sono palesate in modo ancora più evidente. Non mi piace che molti tifosi da social della Roma non aspettavano altro per rivendicare chissà quale idea, che la Roma difende come l’anno scorso. No, ragazzi, è un’altra cosa. E se ora non siete arrabbiati per la sconfitta di ieri, mi faccio qualche domanda, e non mi piace questo atteggiamento che ho visto in certe persone da ieri”.

Massimiliano Magni (Rete Sport – 104,2): “Se non riesci a essere intenso, magari per colpa della stanchezza, sembra quasi che la Roma non abbia un gioco. Fare un gol, portarsi in vantaggio, e poi mettersi ad aspettare è un atteggiamento che puoi avere se hai una fase difensiva importante, e la Roma non ce l’ha. Ha una fase difensiva tutta da mettere a posto: difende male nei movimenti, male negli atteggiamenti, male nelle posture. Secondo me Faraoni non fa il gol della domenica, perchè un giocatore di serie A che calcia in porta di contro balzo, senza pressione e con tutto il tempo di tirare, la piazza lì molto spesso. Dobbiamo mantenere quell’atteggiamento di positività, di vicinanza, di empatia con i giocatori. Non è il momento di deprimersi, e loro devono trovare subito le motivazioni, e noi diamogli un abbraccio, sosteniamoli, perchè fino a gennaio sarà così, con tanti alti e bassi fino a quando la squadra non sarà messa a posto”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Zaniolo non ha ritrovato ancora la forma, è un calciatore al 50% e così non ti serve tanto. Abraham lo abbiamo incensato, ma ieri ha deluso tanto. Anche Shomurodov deve dimostrare più concretezza Migliorare gli errori difensivi non sarà facile perché quelli sono”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma deve ancora trovare una identità, Mourinho la sta ricostruendo. Una sconfitta contro una squadra che ha cambiato allenatore ci può stare, ma il fatto che Rui Patricio sta salvando tanto la squadra in tutte le partite qualcosa vuol dire”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Sugli errori dei singoli in difesa Mourinho ci sta lavorando e in poco tempo riuscirà a rimediare. E’ una sconfitta però che non è da campanello d’allarme, la Roma è una squadra ancora in costruzione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA