Francesco Totti

AS ROMA RADIO NEWS – Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Questa è “Etere giallorossa”: buona lettura!

Furio Focolari (Radio Radio 104.5): “La Lazio ha cinque punti di vantaggio, che non sono pochi, non gioca le coppe. Giocherà contro l’Inter che ha pure l’impegno in Coppa Italia. In gioco per la Champions ci sono due posti, la Juve per me è fuori dalla corsa perché verrà quasi sicuramente dalle competizioni europee. La Roma deve fare il tifo per la Lazio nella prossima partita. La Lazio con quel vantaggio che ha è quasi in Champions, meglio che l’Inter rimanga dietro”.

Ugo Trani (Centro Suono Sport 101.5): “Secondo me è andata fin troppo bene, mi aspettavo peggio. Sentivo dire che la Roma poteva vincere, ma come poteva vincere? In questo momento deve preservare alcuni giocatori, ci ha provato a preservarli e quando sono entrati in campo la squadra è andata meglio. Ci sono i titolari e le riserve, poi c’è Abraham che quello è, non ti sblocca mai una partita, ha avuto un’occasione sulla palla servita da Solbakken ma ha tirato alto… Poi entra il suo vice o meglio la sua alternativa, e parlo di Belotti, e dopo 31 partite siamo ancora a zero gol. A calcio bisogna segnare. Io batto sempre su Lukaku che hanno distrutto dicendo che era scarso e grasso ma alla fine quando serve da fare gol lui segna. Nella Roma chi segna? A turno segna sempre qualcuno, a volte Pellegrini, a volte El Shaarawy ma serve un centravanti che spacca le partite. Poi serve un portiere anche se Rui Patricio è stato bravissimo nelle ultime partite. Le somme però dovremmo tirarle alla fine perché ora dobbiamo pensare soprattutto all’Europa League, considerando che in campionato non vedo bene la situazione perché non abbiamo calciatori per fare due competizioni”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101.5): “Su Dybala c’è cauto ottimismo. Al momento la Roma è più dipendente da Smalling che da Dybala, non puoi rinunciarci, perché davanti qualcosa puoi pure inventarti. Ora mancherà anche Llorente, la tentazione di tornare a quattro secondo me è forte. Mourinho però l’ha preparata benissimo ieri, perché poi coi titolari in campo nel secondo tempo la poteva anche vincere senza certi episodi. Se metti Celik, Kumbulla o Bove, spesso va male. E Smalling le deve giocare tutte e se si fa male sono dolori. Ora bisogna concentrarsi sulla coppa, anche se l’obiettivo Champions è lì. Totti? All’interno di Trigoria c’è ancora troppa gente che non lo vuole. Totti fa ancora ombra a tanti”.

Antonio Felici (Centro Suono Sport 101.5): “Con l’Atalanta una partita assurda, dal punto di vista degli infortuni è stata una carneficina. Senza Smalling l’organizzazione difensiva è diversa, i compagni perdono sicurezza quando non c’è. Secondo me Totti e Mourinho si intenderebbero a meraviglia, avere Francesco vicino non sarebbe un problema per Mou. È la società che forse non ha tutto questo interesse o voglia di riavere Totti”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio 104.5): “Preoccupa di più la lista degli infortunati che il risultato. Senza Smalling è un ‘altra squadra e se ci metti gli altri titolari fuori fai fatica a battere l’Atalanta” .

Sandro Sabatini (Radio Radio 104.5): “La Roma si è comportata abbastanza bene. Ora deciderà il calendario, a partire dal prossimo turno con lo scontro incrociato Milano-Roma. La prestazione dei giallorossi? Vedendo i numeri della partita non è stata disastrosa come dice il punteggio. Mi interrogo molto sugli infortuni: l’emergenza non deve diventare un alibi”.

Nando Orsi (Radio Radio 104.5): “La Roma ieri è stata fuori dalla partita, contro un’Atalanta concentrata. Era uno scontro diretto che poteva consolidare la Roma in una posizione importante in classifica. Mi è sembrata una squadra svogliata e il risultato è stato giusto. Al di là degli infortuni, la prestazione della Roma è stata largamente insufficiente. Mi aspettavo di più”.

Stefano Agresti (Radio Radio 104.5): “Gli infortuni incidono molto sulla partita, Llorente si stava dimostrando una valida alternativa, è più affidabile di Ibanez. Senza di lui e Smalling la situazione diventa difficile in un momento delicato della stagione. E poi c’è la situazione di Dybala, che ha sofferto un brutto intervento. E quando Mourinho parla di muscolo che morde Dybala, mi preoccupa. In queste situazioni non deve giocare”. 

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio 104.5): “La Roma ha due centravanti che non ne fanno uno. Abraham a me piace, ma non riesce a sbloccarsi e Belotti adesso riesce solo a mettere grinta e niente di più”.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨