Lorenzo Pellegrini

AS ROMA RADIO NEWS – Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Questa è “Etere giallorossa”: buona lettura!

Gianluca Lengua (Radio Radio 104.5): “Rui Patricio fatica a parare. In difesa mancava Smalling e la coppia Ibanez-Kumbulla non è adeguata. Spinazzola non ha fatto la stessa partita del Salisburgo e Pellegrini non sta incidendo quest’anno. Da Mourinho mi aspettavo un cambio di mentalità. La partita di ieri è un classico per la Roma: sei ad un passo dal secondo posto e cadi. E’ così da anni, speravo che Mourinho cambiasse questa mentalità ma anche lui non ce l’ha fatta. Non ci sono giustificazione per la squadra né tantomeno per Mourinho. I peggiori in campo sono stati Pellegrini, Dybala e Zalewski”.

Furio Focolari (Radio Radio 104.5): “Il comportamento di Mourinho è stato propedeutico alla sconfitta della Roma. Ha dato una grande mano alla Cremonese per vincere la partita. Se gioca Smalling, Ibanez è un buon giocatore, senza di lui è assolutamente insufficiente. E’ stata sbagliata anche la posizione di Dybala, giocava molto dietro. Solbakken non è ad un livello per giocare nella Roma”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio 104.5): “Mourinho è il primo responsabile di questa sconfitta. Se sei una persona responsabile non parli dell’espulsione ma della brutta partita della squadra. Credo a Mourinho quando dice che il quarto uomo gli ha mancato di rispetto”. 

Alessandro Vocalelli (Radio Radio 104.5): “Giornalisticamente parlando la discussione Mourinho-Serra dovrebbe essere in secondo piano rispetto alla partita. La Roma passa dalla partita con il Salisburgo a quella di ieri. Mourinho è un grande comunicatore che riesce a tenere sempre alta la tensione ma ieri è stata veramente una brutta partita”.

Ugo Trani (Centro Suono Sport 101.5): “Per me Pellegrini è un caso dalla prima giornata di campionato e mi sono preso diversi insulti. Mi sono accorto subito, perché ve lo ripeto ogni volta. Quando si fa male Wijnaldum ad inizio stagione non solo perdi un grande giocatore, ma perdi il giocatore che avrebbe sostituito Pellegrini nel momento in cui Pellegrini girava così così dal punto di vista fisico. Oggi non sappiamo se l’alibi è una cattiva condizione trascinata da mesi ma non ha mai giocato bene. Pellegrini è un bel problema anche perché Mourinho, avendo poca qualità, lo riproporrà. Roma-Juve? Secondo me sarà difficile non vederlo in campo. Cremonese-Roma di ieri è molto peggio rispetto alla Coppa Italia. In questa partita la Roma non ha fatto niente mentre in Coppa Italia, anche sul 2-0, ci ha provato. In quella di ieri la Roma non è esistita. Perché? Perché probabilmente la Roma ha interpretato male la partita ed è responsabile anche Mourinho perché non si può fallire un’occasione del genere. Questo è un errore gravissimo se consideriamo la stagione, perché siamo a 10 sconfitte in 34 partite tra campionato e coppe e sono tante”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101.5): “Pellegrini sta diventando un caso, avrebbe bisogno di un mese di riposo ed in questo momento sarebbe molto meglio far giocare El Shaarawy, Rui Patricio invece non fa mai e poi mai una parata decisiva, ormai è diventata a tutti gli effetti una priorità acquistare un portiere. La sconfitta di ieri non ha una motivazione logica anche perché venivi da una partita esaltante contro il Salisburgo, purtroppo la Roma non ha messo intensità ed arrivava sempre seconda su tutte le palle, è un problema di mentalità che speravo Mourinho potesse risolvere ma evidentemente non è così, è una sconfitta pesantissima, ora l’unico modo per provare a sanare la questione è vincere contro la Juventus. Sulla questione Mourinho-quarto uomo, secondo me è sbagliato che nessun dirigente della Roma abbia difeso l’allenatore pubblicamente davanti alle telecamere, inaccettabile una cosa simile”.

Antonio Felici (Centro Suono Sport 101.5): “Normalmente quando la Roma perde tendo a mantenermi freddo ma stavolta non ci riesco, provo proprio del fastidio fisico per questa sconfitta perché era una partita che si doveva vincere assolutamente anche perché era un’occasione unica, è inaccettabile che la Cremonese quest’anno abbia vinto solo due partite entrambe con la Roma. La cosa che mi ha lasciato esterrefatto è l’approccio della squadra sia a livello individuale che collettivo, il fatto che la Cremonese la mettesse sul pressing e sul combattimento era facilmente prevedibile, la Roma non è riuscita nè a giocare bene tecnicamente né a metterla sulla grinta. Al di là delle valutazioni storiche dello scorso anno, Pellegrini è indubbiamente un giocatore che ha delle qualità tecniche superiori alla media ma se queste qualità non le mostri mai non servono a nulla, in questa fase sarebbe meglio che giocasse qualcun altro al suo posto”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): “La vittoria col Salisburgo non è stata un’impresa. Spero che la Roma non dovrà rimpiangere questi punti persi. La squadra ieri ha fatto 5 passi indietro. Quest’anno Pellegrini fa molta fatica e non riesce ad esprimersi come lo scorso anno. La frase detta dal IV uomo è stata una cosa brutta”.  

Francesca Ferrazza (Centro Suono Sport 101.5): “La cosa più grave di questa squadra è che dopo un’ottima partita si sente sicura, bella ed appagata. Non riesce a mantenere continuità emotiva e per rendere deve essere motivata quasi oltre il limite delle sue possibilità”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio 104.5): “Mi aspettavo una partita complicata, ma la Roma se l’è complicata ancora di più. Sconfitta o pareggio, cambia poco. Squadra molle, che soffre la pressione dell’avversario. In difesa senza Smalling perdi le certezze. Se Dybala sta sotto tono, in attacco non tiri in porta. Pellegrini sempre per terra… Faccio fatica a individuare in lui il riferimento della squadra. Questa è la Roma, le solite cose. Doveva accontentarsi del pareggio. Il ritmo è troppo blando e crea poche situazioni. Rui Patricio? Si può fare meglio, non ti salva mai”.

Nando Orsi (Radio Radio 104.5): “Mourinho può parlare quanto vuole dell’arbitro, ma noi abbiamo visto che la Roma ha giocato male. E poi non è possibile che Mourinho si fa espellere così spesso, questo è anche un problema. La Roma si deve giocare tutte le partite come se fosse quella della vita, ci vuole sacrificio, perché la Champions è lì ed è una grande occasione. La Roma ha giocato male, come spesso le capita”.

Mario Mattioli (Radio Radio 104.5): “Mourinho a fine gara ha parlato dell’arbitro per non parlare di quanto non ha fatto in campo la squadra”.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨