Queste le dichiarazioni di Paulo Sousa, allenatore della Fiorentina, dopo la vittoria per 1-0 sulla Roma nel posticipo domenicale della quarta giornata.

PAULO SOUSA A RAI SPORT

Solito copione, grande mole di gioco, ma stavolta la vittoria.
“Partita bella fra due squadre che volevano vincere, ritmo alto fra due squadre che volevano imporsi. Siamo stati spesso imprecisi nell’ultimo passaggio. Poi siamo cresciuti, noi come la Roma. Alla fine siamo stati fortunati a vincere ma abbiamo cercato questo risultato”.

Bernardeschi?
“E’ un ragazzo che ha bisogno di essere aiutato in continuazione. Tutto lo staff cerca di aiutarlo, lo spirito di questo gruppo sta comunque crescendo, le nostre opportunità stanno crescendo. Ho visto bene tutti, lui come la squadra”.

Kalinic poco coinvolto?
“Abbiamo bisogno spesso di allentare la pressione, oggi lo abbiamo fatto con Nikola ed Ilicic, purtroppo appena uscita dalla pressione sbagliavamo gli ultimi passaggi che ci avrebbero consentito gli uno contro uno contro il portiere. La squadra comunque ha fatto bene contro una squadra di livello importante”.

Siete partiti male all’inizio?
“Abbiamo deciso di abbassare leggermente la nostra difesa per curare la profondità, solo che poi abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio dopo aver impostato bene da dietro. Siamo cresciuti durante la gara e abbiamo fatto bene in tutti i reparti, noi come la Roma potevamo vincere, fortunatamente abbiamo vinto noi”.

PAULO SOUSA A MEDIASET PREMIUM

Bella gara, vittoria importante
“Abbiamo l’ambizione di proporre spettacolo, delle partite piacevoli per il pubblico presente: quando ti proponi con questo coraggio meriti di essere fortunato. Cosa che non siamo stati l’anno scorso contro squadre di questa importanza, che hanno investito di più. E’ stata una partita molto equilibrata e siamo stati fortunati a vincerla. Abbiamo avuto le nostre occasioni e abbiamo segnato il gol della vittoria”.

Poche occasioni?
“L’ultimo passaggio ancora non è dei migliori, abbiamo avuto diverse transizioni dove abbiamo fallito l’ultimo tocco; negli ultimi venti minuti del primo tempo abbiamo iniziato a controllare il ritmo di gioco e siamo ripartiti bene anche nella ripresa. Poi le squadre si sono allungate, abbiamo cercato di giocare più in velocità e poi alla fine siamo stati fortunati a trovare quel tiro di Badelj. Cerchiamo di proporre anche con i cross, non sempre riusciamo a innescare l’uomo ma stiamo provando a far arrivare diversi tipi di giocatori al tiro”.

Borja Valero miglior acquisto?
“Lui è un giocatore molto importante, ha un carisma importante verso la città e lo spogliatoio, la sua qualità ci trascina”.

Bernardeschi?
“L’ho visto molto bene, a livello condizionale manca ancora in velocità, nei cambi di ritmo. E’ stato molto più propositivo, cercando di attaccare la profondità, crescerà e ci aiuterà nel corso della stagione”.

PAULO SOUSA A SKY SPORT

Cosa cambia questa vittoria per voi? Zittisce certe critiche…
“Le critiche ci sono sempre quando non hai i risultati. La squadra sta crescendo e vincere una partita contro una squadra come la Roma è sempre piacevole. La squadra ha dimostrato voglia di vincere la partita e la ha vinta meritatamente alla fine per quanto abbiamo lavorato”.

E’ sorpreso dal fatto che non subite gol?
“Stiamo lavorando in questo senso, oggi ci siamo scoperti un po’ di più volutamente per creare spazi ma abbiamo sbagliato molti passaggi anche in fase di finalizzazione soprattutto nel primo tempo. Ma la voglia e lo spirito che stanno mettendo questi ragazzi ci sta facendo vincere le partite anche contro grandi squadre come la Roma”.

Paulo Sousa è un allenatore felice?
“Io sono un allenatore felice quando alleno”.

Su Sanchez e Bernardeschi…
“Sanchez è un giocatore importante a livello fisico e nel campionato italiano è importante, ti copre più il campo anche in verticale, gioca bene anche sul corto, lo possiamo usare anche su palle inattive, è un giocatore che ci aiuta tantissimo. Federico invece è un giocatore che sappiamo che lo dobbiamo aiutare perchè ha tanto talento. Appena finito l’Europeo l’ho chiamato subito per dirgli quanto è importante per me e ora lo stiamo cercando di aiutare per far si che poi lui ci aiuti a vincere le partite”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA