Sul caso Petrachi la Procura Figc indaga ancora

Lunedì scorso la Procura Figc ha richiesto la proroga per l’inchiesta sul direttore sportivo giallorosso Petrachi

166
Gianluca Petrachi

NOTIZIE AS ROMA PETRACHI PROCURA FIGC – Le informazioni raccolte non bastano, si continua a indagare. Lunedì scorso la Procura Figc ha richiesto la proroga per l’inchiesta sul direttore sportivo giallorosso Petrachi, che rischia il deferimento e la squalifica per aver iniziato a lavorare nella Roma quando era ancora sotto contratto con il Torino. I termini per passare all’archiviazione e al deferimento sono scaduti ieri, ora gli inquirenti diretti da Pecoraro hanno altri 40 giorni a disposizione che termineranno il 7 gennaio 2020 visto che 5 e 6 gennaio sono festivi. C’è anche la possibilità di chiedere una seconda e ultima proroga di ulteriori 20 giorni.

Nuove indagini su Petrachi

Dopo aver ascoltato Petrachi (il 21 ottobre scorso), i dirigenti granata e aver acquisito i contratti di cessione dei giovani Freddi Greco e Bucri – passati dalla Roma al Torino a titolo gratuito per risolvere il “contenzioso” in atto tra Cairo e il dirigente che aveva un altro anno di contratto da rispettare col club granata – adesso la Procura federale ha il tempo per convocare altri testimoni utili a ricostruire date e fatti: la Roma ha chiesto che vengano sentiti gli altri dirigenti giallorossi Fienga (Ceo) e Longo (segretario generale), l’ad dell’Inter Marotta e il procuratore di Dzeko, Silvano Martina. L’inchiesta nasce infatti da una dichiarazione di Petrachi in conferenza stampa a inizio settembre, quando si lasciò scappare un “a maggio” parlando del primo incontro con l’Inter per trattare il prezzo della cessione del bosniaco poi saltata.

(Il Tempo)

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA