Leandro Paredes

CALCIOMERCATO AS ROMA PAREDES – Un sogno chiamato Paredes. Il centrocampista argentino era stato alla Roma da giovanissimo, per poi essere ceduto allo Zenit di San Pietroburgo insieme a Manolas, che in extremis rifiutò il trasferimento. Da allora, era il 2017, Paredes ne ha fatta di strada e attualmente è sotto contratto con il Psg, scrive il Corriere dello Sport.

La Roma lo aveva contattato già a gennaio, ma ora che ha deciso di non rinnovare il contratto, Tiago Pinto è tornato alla carica, potendo sfruttare anche i vantaggi economici del Decreto Crescita, il cui effetto potrebbe ammortizzare l’ingaggio di sette milioni a stagione che percepisce al Psg, dove è in atto un processo di “deargentinizzazione”. Il club parigino sembra intenzionato a liberarsi di tutti gli argentini tranne Messi. Sono sul piede di partenza Angel Di Maria, Leandro Paredes e Mauro Icardi.

Di Maria partirà a zero, il contratto di Leandro Paredes, al contrario di Di Maria, scade a giugno 2023 ma non avendo rinnovato il contratto il Psg avrebbe messo in preventivo una sua cessione. Il centrocampista è reduce da un intervento chirurgico per guarire dalla pubalgia che lo ha messo ko a inizio aprile, ma ora è tornato in buone condizioni. Su di lui ci sono alcuni club di Premier League. Quest’anno Paredes ha giocato solo 22 partite, di cui quindici dall’inizio, per un totale di 1244 minuti, a fine mese compirà 28 anni. Può arrivare per meno di venti milioni. Pinto ha già parlato con l’entourage del giocatore, che tornerebbe a Roma di corsa.

Per il ruolo di centrocampista tra i preferiti di Mourinho restano Ruben Neves, Douglas Luiz e Xhaka. Giocano tutti nella Premier. Il centrocampista del Wolverhampton costa intorno ai 40 milioni, il brasiliano dell’Aston Villa sui 30, lo svizzero dell’Arsenal forse qualcosa in meno. E’ sempre sul taccuino del direttore generale anche Bissouma del Brighton, anche lui nella Premier. Oltre al centrocampista, Tiago Pinto cerca un difensore centrale e un’alternativa in attacco. Per la retroguardia il nome più caldo è sempre quello di Senesi, l’argentino del Feyenoord che non ha fatto una brutta figura nella finale di Conference League. Per l’attacco il nome più gettonato e quello di un altro giocatore della scuderia di Mendes: Gonçalo Guedes, in uscita dal Valencia

Nel pomeriggio Mkhitaryan ha comunicato alla Roma di non accettare la proposta aggiornata di rinnovo. L’armeno da tempo aveva scelto l’Inter. Mourinho perde un titolare, che aveva dato un grosso contributo in questa stagione. Tiago Pinto sta cercando di capire come arrivare a Isco, che si libera a parametro zero dal Real Madrid, ma chiede sette milioni d’ingaggio per tre anni. Il giocatore dà la priorità alla Spagna per motivi di famiglia, ma andrebbe volentieri alla Roma. Sono stati avviati i contatti. A quell’ingaggio la società giallorossa non può arrivarci, si cerca una soluzione.

In queste ore è stato offerto anche Mario Gotze. Il tedesco, nonostante abbia un contratto con il Psv fino al 2024, ha una clausola rescissoria da 5 milioni e vuole fare una nuova avventura. Il suo agente lo ha proposto anche a Roma e Milan. L’ingaggio è alla portata dei club italiani: tre milioni di euro. Il tedesco ha superato un periodo buio dovuto ai problemi di salute legati al metabolismo e in Olanda è rinato. In questa stagione ha giocato 52 partite con 12 gol e 11 assist. Piace anche al Benfica, ma lui e la moglie amano l’Italia. 

C’è poi un terzino destro che potrebbe interessare: Hector Bellerin, 27 anni, di proprietà dell’Arsenal (ha giocato in prestito nel Betis Siviglia). Intanto Olsen sta andando all’Aston Villa a titolo definitivo: entreranno 3,5 milioni nelle casse della Roma

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID