Roma-Lazio 2-1, le pagelle: il Ninja è mostruoso. We love Kolarov

570
Radja Nainggolan

ALISSON 6: Peccato perché se si fosse tuffato rasoterra avrebbe parato il rigore di Immobile, ma così non è stato. Per il resto non viene mai chiamato in causa.

MANOLAS 6: Avrebbe preso 7, se non 7.5, ma l’errore sul rigore concesso alla Lazio è troppo grande e oscura, in parte, la sua ottima partita, dove ha chiuso su ogni tentativo laziale di attaccare gli spazi.

FAZIO 7: Sontuoso in coppia con Manolas. Chiude tutto il possibile, non lasciando mai spazio a Immobile che rimane spento per tutta la partita. È tornato più in forma che mai dalla pausa nazionali, per nostra fortuna.

FLORENZI 5.5: Qualche errore tecnico per Florenzi, che presumibilmente ha accusato la pressione della partita. Non una partita memorabile, ma mette tutto sé stesso per provare a fermare gli attacchi biancocelesti. Con l’ingresso di Lukaku e con i dolori al ginocchio va via via spengendosi, tant’è che viene sostituito da Bruno Peres.

KOLAROV 7: Altra grande partita per l’unico ex, gioca perfettamente sulla fascia sinistra, annichilendo totalmente gli avversari. Subisce lui il fallo del rigore che sblocca il match, ma non è tutto lì perché nel secondo tempo cresce costantemente diventando un esterno aggiuntivo, mettendo in seria difficoltà la difesa avversaria.

DE ROSSI 6.5: Fa bene quello che gli era stato chiesto da Di Francesco, riducendo al minimo le possibilità di Milinkovic-Savic. Il duello con il serbo lo vince nettamente De Rossi, che però non riesce mai ad impostare in tranquillità, perdendo alcuni palloni, ma mai pericolosi.

NAINGGOLAN 7.5: Mostruoso. Gioca dopo un solo allenamento dopo l’infortunio muscolare in Nazionale, ma nonostante questo tira fuori dal cilindro una prestazione eccellente. È ovunque, come sempre, a pressare ed a chiudere le azioni della Lazio, è l’uomo che subisce più falli e con un suo destro trova il gol del 2-0. Non si poteva chiedere di meglio a Nainggolan.

STROOTMAN 6.5: Vale lo stesso discorso fatto con De Rossi, solo che lui limita Parolo. A differenza di De Rossi, però, Strootman si fa vedere anche in avanti, causando qualche preoccupazione alla retroguardia biancoceleste in alcune occasioni.

EL SHAAWAWY 6: Prestazione non ai livelli delle ultime prestazioni offerte, sia in maglia giallorossa sia in Nazionale. È temuto dalla difesa della Lazio, infatti è l’uomo più chiuso quando ha palla al piede. La sua corsa è fondamentale per il pressing applicato alla difesa avversaria.

PEROTTI 7.5: Sontuoso come ogni volta che gioca. È l’esterno migliore della Roma e uno dei migliori del campionato, non tanto per il gol su rigore quanto per quello che fa in campo. I suoi movimenti e la sua capacità di saltare l’uomo mettono sempre in difficoltà la difesa avversaria. Pressa a più non posso e all’occorrenza rientra anche a difendere.

DZEKO 6.5: Buona partita del bosniaco che, nonostante non trovi ancora il gol, nel primo tempo è l’uomo più pericoloso della Roma. Fa a sportellate per tutta la partita con i difensori avversari, spostandosi spesso verso la fascia per aprire gli spazi nella rocciosa difesa biancoceleste.

Subentrati

GERSON SV: Sostituisce El Shaarawy per poter dare più sostanza al centrocampo giallorosso, cosa che gli riesce anche bene.

BRUNO PERES SV: Bella chiusura su Lukaku nel recupero, ma per il resto troppi pochi i minuti a sua disposizione.

JUAN JESUS SV: Ultimi sgoccioli di partita per lui, che sostituisce Nainggolan per farlo rifiatare e per aumentare il numero di difensori in area.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA