Henrick Mkhitaryan

GENOA-ROMA 1-3 PAGELLE – La Roma ottiene tre punti pesanti contro il Genoa e supera la Juventus in classifica portandosi solitaria al terzo posto (in attesa del Napoli). Straordinario Mkhitaryan, autore di una tripletta.

Pau Lopez 6: Nel primo tempo è praticamente inoperoso se non per qualche intervento in uscita alta. Nella ripresa si fa freddare da Pjaca. Ha rischiato grosso nel gol annullato a Destro, ma nel complesso la prestazione è sufficiente.

Mancini 6.5: Gioca una partita attenta e intelligente. Bene negli anticipi e in fase di smistamento della palla. Questa volta a reggere la difesa è lui vista la prestazione opaca di Smalling.

Smalling 5.5: Appare svagato e commette qualche errore di troppo. Grave quello in occasione del pareggio del Genoa dove invece di aggredire Scamacca arretra, tenendo in gioco Pjaca.

Ibañez 5.5: La responsabilità del gol del Genoa è da dividere con Smalling. Ha voglia di strafare sin dai primi minuti ma non è mai pungente.

Karsdorp 5.5: Non spinge mai a destra, si perde spesso l’uomo. Continua il periodo no per l’olandese.

Pellegrini 6.5: I suoi assist fanno stropicciare gli occhi ai tifosi della Roma. Gioca una partita a testa alta e con tante idee. Migliora di partita in partita. (dall’87’ Villar s.v.)

Veretout 6.5: Gioca a tutto campo, non risparmiandosi mai. E’ preciso negli interventi difensivi e offensivi dando una grande mano a Pellegrini a centrocampo.

Spinazzola s.v. (dal 15′ Bruno Peres 6.5: Buona la sua prova. Spinge a tutta fascia e conferma il suo momento positivo)

Pedro 6: Ingabbiato. La difesa del Genoa lo limita bene e non riesce ad incidere come al solito. Ma dietro la punta può dare sfogo al suo estro.

Mkhitaryan 9: Si porta il pallone a casa. Prima tripletta in Italia e con la Roma. Maestoso nel colpo di testa in occasione del primo gol. Rapace d’area di rigore nel secondo. Meravigliosa la terza marcatura. Ma non fa solo questo, è la vera anima della squadra. Chapeau.

Mayoral 5.5: Non riesce a trovare il guizzo vincente. A dir la verità gli arrivano pochi palloni, ma anche lui fa poco per riceverli. Movimenti in campo da rivedere. (dal 61′ Cristante 5.5: Entra male in partita e sbaglia un gol a tu per tu con Perin che grida vendetta).

All.: Fonseca 7: Legge bene la partita e i cambi sono azzeccati. Non era facile giocare senza Dzeko. Intuizione vincente quella di mettere Mkhitaryan falso nove.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui