Bologna-Roma 1-1, le pagelle: Perotti e Dzeko trascinano i giallorossi. Schick l’ombra di sé stesso

Edin Dzeko

La Roma impatta al Dall’Ara: finisce 1-1 contro il Bologna nel lunch match pre-pasquale. I giallorossi riescono a rimettersi in carreggiata grazie al gol di Dzeko dopo aver subito la rete di Pulgar nel primo tempo. Troppo poco, però, per chi vuole un posto in Champions.

Alisson 6: Quasi mai impegnato, se non in qualche uscita e nell’occasione del gol di Pulgar dove vede sbucare la palla all’ultimo. La fase offensiva del Bologna non lo impensierisce più di tanto.

Florenzi 6: Senza infamia e senza lode la sua partita. Molto diligente, sia in fase difensiva che in quella offensiva. Ripiega bene su Palacio, non lasciandogli spazio quando si allarga sulla sua zona.

Manolas 5: Sbaglia in occasione del gol di Pulgar, allontanando in maniera maldestra il pallone. Si fa scappare un paio di volte Palacio, ma Alisson è attento e gli dà una mano. Non la migliore giornata.

Fazio 5,5: Bene in fase di anticipo, meno in fase di impostazione del gioco. Poi, soprattutto dopo l’uscita di Nainggolan, tutta la retroguardia della Roma va in crisi, Federico compreso.

Kolarov 6+: Il migliore della difesa. Le azioni più pericolose partono dalla sua fascia di competenza e crea i presupposti per una Roma più offensiva negli ultimi 20 minuti di gara.

Nainggolan s.v.: troppo poco 17 minuti per giudicare il Ninja. La speranza è di vederlo al Camp Nou

De Rossi 6: Ordinato, smista il gioco, fa filtro davanti alla difesa. Le solite caratteristiche di DDR, ma quando c’è da cambiare passo, la manovra è lenta. Sfiora il gol del vantaggio ma Santurro gli nega questa gioia.

Strootman 5: Prende un palo clamoroso nel primo tempo e ancora dobbiamo capire come sia possibile da zero metri a centrare il legno. Per il resto molte sbavature in mezzo al campo e una condizione fisica che non sembra delle migliori.

Perotti 7: Prende la Roma sulle spalle, nella ripresa, e la trascina al pareggio. E’ il suo l’assist vincente per la zuccata di Dzeko. E’ lui che cambia il passo della manovra giallorossa. Con un Diego così, a Barcellona nulla è precluso.

Schick 4: Inesistente. Ha una sola occasione nel primo tempo e la sbaglia. Non fa un movimento, non viene incontro al pallone, non riesce a dialogare con i compagni. Una delle sue più brutte prestazioni stagionali.

El Shaarawy 4,5: Un po’ più pericoloso del suo compagno di squadra Schick è, ma non basta. Il Faraone non incide e manda di traverso il pranzo a DiFra che non sa più come collocarlo in campo quando deve partire dalla destra.

SUBENTRATI

Gerson 5: Compassato e lento, non dà il cambio di passo che vuole Di Francesco.

Dzeko 7: Entra, gli bastano 6 minuti e segna il gol dell’1-1. La Roma è sempre più Edin-dipendente e si vede. Toglie le castagne dal fuoco a Eusebio ed è carico per Barcellona.

Defrel s.v.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA