Ola Solbakken

AS ROMA NEWS SOLBAKKENOla Solbakken, appena arrivato nella capitale per rafforzare la rosa giallorossa, ha rilasciato un’intervista a Avisa Nordland, parlando della sua voglia di giocare nella Roma e svelando qualche aneddoto. Queste le sue dichiarazioni: 

Quando mi sono fatto male prima alla caviglia e poi alla spalla temevo di perdere la mia occasione, ma non è andata così. Alcuni club si sono fidati degli esami che avevo fatto con il Bodø, altri hanno voluto vedermi personalmente, ma ero veramente giù quei giorni. Per fortuna tutto è andato bene. Quando, con il Bodø, abbiamo perso nel ritorno dei quarti di Conference e la Roma è andata in vantaggio per 1-0 l’atmosfera era pazzesca. Non mi sono mai sentito così piccolo su un campo da calcio, avevo i brividi”. 

Ha parlato anche del ruolo che ricoprirà, nella formazione giallorossa: “Non so se giocherò ala destra o sinistra, mi hanno detto che dovrò coltivare i miei punti di forza. Tutto qui. Mi voglio misurare con i ritmi del campionato e dell’allenamento quotidiano e voglio vedere come lavorerò con i miei compagni. Per me sarà tutto nuovo e sinceramente sono impaziente di iniziare questa nuova avventura. Sono sicuro che sarà un viaggio molto emozionante, anche se porto con me tanti bei ricordi del Bodø. La Roma mi ha voluto tanto, mi hanno visto in tre partite dal vivo e in oltre venti gare in televisione. Mi conoscono bene“.

E poi ha concluso scherzando sul numero di maglia ed esprimendo un desiderio: “La maglia numero 9 è sempre stata la mia preferita, ma è impegnata, per questo ho preso la 18. Cosa ho portato a Roma tra moto e bici? Beh, spero proprio che nella mia avventura sia inclusa la moto…”. Quest’ultima affermazione, in particolare, fa riferimento alle parole di Mourinho che, dopo la sconfitta della Roma contro il Bodø, definì Solbakken il “motorino” della squadra.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID