Kolarov: “Nessun dramma, la corsa alla Champions non è chiusa”

269
Aleksandar Kolarov

Aleksandar Kolarov, terzino della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la sconfitta contro la Fiorentina per 2-0.

KOLAROV A SKY SPORT

Approccio molle e fase difensiva troppo rilassata.
Non credo sia stato eccessiva, hanno fatto due gol su due tiri, non ricordo altro. Io qui parlo del risultato, il mister parla della difesa. Non credo ci sia stata questa serataccia, non era il risultato che volevamo, abbiamo perso due partite e questa in casa. Anche se avessimo vinto, la questione Champions non era chiusa. Dobbiamo andare avanti, martedì e poi il derby e vogliamo dimostrare che siamo all’altezza di giocare la Champions anche il prossimo anno.

Due partite, oggi e Bologna, che complicano la corsa Champions.
Sì, ma anche se avessimo vinto 8-0 non era chiusa. Ci servivano questi punti e ci mancheranno più avanti, ma abbiamo una partita tra due giorni e dobbiamo essere forti nel superare queste due partite e ripartire.

Cosa pensi del turnover.
I giocatori sono tutti importanti, chi non ha giocato oggi ha giocato quasi tutte le partite, come me. Non credo che sia un turnover, dobbiamo stare tutti pronti quando ci chiama. Non è umano che tutti i giocatori giochino tutte le partite.

Mancano cattiveria e determinazione.
I fatti sono che abbiamo creato tante occasioni e non abbiamo segnato, quindi sicuramente ci manca qualcosa. Dobbiamo essere più cattivi e più desiderosi di fare gol, però secondo me è importante creare tanto. A parte il risultato non abbiamo fatto una brutta gara, ma conta il risultato. Per vincere bisogna fare gol e noi oggi siamo mancati in questo.

La testa c’è però: non è quello il problema.
La testa deve sempre comandare, bisogna sempre rialzarsi e reagire. Noi che siamo più esperti dobbiamo dare la scossa alla squadra per vincere subito la prossima partita.


KOLAROV A ROMA TV

La squadra crea ma perde. Cosa manca?
Oggi ci è mancato il gol. Abbiamo avuto un paio di occasioni per farlo, ma non ci siamo riusciti. Loro hanno fatto 2 gol e noi non siamo riusciti a pareggiare. Adesso arriva la partita di martedì e il derby, bisogna reagire subito.

La squadra ha la forza di reagire?
Io credo di sì, deve avere la forza di reagire e di portare questo campionato alla fine come desideriamo tutti. Bisogna vincere le prossime partite e creare ancora partite. Credo che non dobbiamo pensare al buco nero di gennaio, sperando di vincere col Barcellona e provando a vincere il derby. Questa è la soluzione.

La Roma ha difficoltà contro squadre chiuse. Bisogna trovare altre situazioni tattiche?
Queste partite contro squadre di discreta qualità si giocano così, anche le altre squadre trovano difficoltà con la Roma. Quando tu hai mezza occasione la devi sfruttare, altrimenti diventa difficile.


KOLAROV IN ZONA MISTA

E’ mancata cattiveria.
Non lo so, abbiamo provato con tutto quello che avevamo a fare gol ma non ci siamo riusciti. C’è stata anche un po’ di sfortuna, se Edin fa gol all’inizio del secondo tempo… Non lo so, ma niente drammi. Vincendo oggi non sarebbe stata chiusa la questione Champions. Ci sono altre sette partite per mantenere il posto in Champions.

Dopo la sosta cosa è successo?
Niente, può capitare perdere a Barcellona. A Bologna dobbiamo vedere come abbiamo pareggiato. Per oggi non cerco scuse, ma niente drammi. E’ facile fare sempre polemica.

Problema di mentalità?
No, oggi bisognava vincere ma non ci siamo riusciti. Però non si deve fare subito polemica su mentalità, cattiveria e altre cazzate.

Pronto per giocare martedì e nel derby?
Sì.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA