Stefano Pioli

L’ultima fatica che la Roma dovrà affrontare prima della sosta per le Nazionali è la Fiorentina di Stefano Pioli. Squadra completamente rivoluzionata rispetto allo scorso campionato, sia nel modulo che negli interpreti. Paulo Sousa, almeno nella prima stagione, era riuscito a dare solidità al reparto difensivo con un centrocampo mobile e dinamico formato da Borja Valero e Baldelj; ora i viola di Pioli hanno cambiato modulo (non più difesa a tre ma a quattro) e con innesti arrivati dal mercato estivo che devono ancora inserirsi completamente nel nostro campionato.

La Fiorentina arriva dalla brutta sconfitta con il Crotone che ha interrotto la precedente striscia positiva di 3 vittorie consecutive contro Udinese, Benevento e Torino. Il bottino raccolto dalla squadra viola è piuttosto magro: 16 punti nelle prime 11 giornate, che rappresentano il peggior punteggio negli ultimi 3 anni, anche dei 17 punti collezionati da Paulo Sousa nella scorsa stagione. Sono 5 le sconfitte fin qui registrate dai viola, compresi i due scontri con Inter e Juventus, con le quali la Fiorentina non è riuscita neanche a trovare la via della gol (3-0 a San Siro e 1-0 allo Stadium).

Stefano Pioli è partito con il 4-2-3-1 per poi passare ad un più equilibrato 4-3-3 che ha valorizzato le caratteristiche di Benassi, arrivato in estate dal Torino e autore di 3 gol nelle ultime 3 partite; sicuramente uno dei migliori innesti del mercato estivo targato Corvino. In corsa Pioli ha spostato Chiesa dalla fascia destra a quella sinistra, sfruttando la qualità del ‘piede opposto’ che lo fa rientrare sul destro per scaricare il suo destro potente e preciso. Per quanto concerne l’undici titolare, in porta c’è Sportiello, la linea a 4 è composta da Laurini a destra (out contro la Roma, giocherà uno tra Mario Gaspar e Hugo), Biraghi a sinistra e la coppia Pezzella-Astori al centro. A centrocampo il faro è Badelj, supportato da Benassi e Veretout. In attacco c’è Simeone, dal quale i tifosi viola si aspettavano qualcosa in più rispetto a quanto fatto finora, supportato da Thereau (6 gol finora) e Chiesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA