Ranieri: “Fazio è un pezzo da 90. I giocatori non si sentano di passaggio”

241
Claudio Ranieri

CONFERENZA STAMPA RANIERI – Claudio Ranieri, allenatore della Roma, ha parlato in conferenza stampa a due giorni dalla sfida contro la Spal. Queste le sue dichiarazioni:

Che indicazioni ha avuto dalla prima partita e dagli allenamenti?
Diciamo che la squadra ha risposto sufficientemente bene sulle prime cose chieste. Ora non posso chiedere molto di più, abituati a una certa maniera non viene fatto tutto come vorrei. Ma vedo concentrazione su ciò che chiedo.

Sulla coppia Schick-Dzeko.
Non contano i sistemi di gioco, importante che la squadra sia compatta e equilibrata.

Le condizioni di Kolarov e Zaniolo?
Sia Kolarov che Zaniolo ancora non si sono allenati con me e mi lasciano in dubbio se utilizzarli. So che se saltano tre giorni di allenamento non succede nulla.

A destra Karsdorp o Santon?
Devo prima capire se Kolarov è disponibile.

Con Schick e Dzeko in campo gli esterni saranno meno offensivi?
Non sono scelte relative, ma importanti in base alla condizione dei giocatori e alla squadra che va affrontata.

Fazio è un pezzo da 90 per lei? Come sta?
E’ un pezzo da 90. I giocatori possono avere momenti no, ma per me è importante. E’ intelligente, sa leggere bene l’azione. Dovrebbe stare bene.

I giocatori hanno paura di farsi male?
Bisogna stare attenti, come ha fatto Di Francesco. I giocatori di carattere sono ansiogeni. Lui ha avuto una botta alla caviglia e questo si ripercuote sul polpaccio. Arrivando da fuori e sapendo che molti hanno problemi fisici devo stare attento per evitare che i piccoli problemi diventino grandi problemi.

Su Under.
Lo vedo negli spogliatoi… Non va in nazionale, spero di riaverlo pronto dopo la sosta.

I giocatori hanno paura di qualcosa?
Dalla Roma ci si aspetta tanto, arrivo dopo due sconfitte. E’ logico che gli si dica di giocare senza paura, voglio una squadra libera da condizionamenti.

Quanto è importante non concedere appoggi a Petagna?
Ho visto la partita dell’andata e altre partite della SPAL. Sono bravi a trovare lo soluzione e prenderti in velocità, cercheremo di stare compatti.

Immaginava questa situazione prima di arrivare? Alcuni giocatori si sentono solo di passaggio?
Sì, sapevo perché avevo letto. Non credo che i giocatori si sentano di passaggio e anche se fosse così, dovrebbe dare di più per invogliare le squadre a comprarlo. Se fa male non lo prende nessuno. Credo nella voglia di mettersi in mostra.

L’unico sostituto di Kolarov è Santon?
Può farlo Jesus, l’ha già fatto. All’Inter una partita gliel’ho fatta fare a sinistra.

“Sabato con la SPAL ricorderemo Taccola. Io lo ricordo perfettamente, oltre a essere tifoso quell’anno entrai nella Roma. Una morte così, allo stadio a Cagliari, mi colpì molto”.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA