CONFERENZA STAMPA AS ROMA TORINO FONSECA – Paulo Fonseca, allenatore della Roma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro il Torino. Queste le sue dichiarazioni:

Contro l’Ajax abbiamo visto una grande prova difensiva. Cosa manca per avere una sintesi tra calcio spettacolo e l’attenzione difensiva vista con l’Ajax.
In ogni partita abbiamo una strategia. Per quasi tutta la stagione si è detto che la Roma era la squadra che giocava meglio. In queste due partite contro l’Ajax abbiamo preparato una strategia diversa, più nella seconda gara. Noi abbiamo la nostra identità, non è questo che caratterizza la nostra squadra. Quando abbiamo bisogno di fare una strategia diversa lo facciamo.

Lei sta spaccando opinione pubblica e tifoseria: chi dà un giudizio positivo, chi negativo sul suo lavoro. Si è mai chiesto cosa poteva fare per spostare la percentuale a suo favore?
Lavoro per far vincere la Roma, non per convincere le persone. Quando si vince abbiamo più persone dal nostro lato. Succede con tutti gli allenatori, ma la cosa più importante è lavorare per la Roma.

Come sta Smalling? Può tornare per l’Atalanta?
Vediamo. Lo stiamo valutando tutti i giorni. Quando avrà più fiducia per tornare, rientrerà. Penso che stia molto meglio.

Dopo l’Europa League la Roma ha perso 18 punti su 33. Cosa manca a questa squadra per essere competitiva nel doppio fronte?
Questa è una stagione particolare. Posso dare molti esempi: prima dell’Europa League il Villarreeal ha perso, in Champions ha pareggiato il Bayern. L’Arsenal è decimo. Succedono altre cose: queste squadre che giocano ogni tre giorni hanno meno giocatori disponibili. Questo influenza il risultato. E’ una situazione delle squadre impegnate nelle competizioni europee.

Con la concentrazione di giovedì la Roma avrebbe evitato passi flasi in campionato? Quest’atteggiamento difensivo può cambiare in parte l’identità della sua squadra?
No, è stata una questione di strategia per la gara con l’Ajax. Non cambiamo la nostra identità, vogliamo tornare a essere la squadra offensiva già da domani. Magari con più concentrazione possiamo far meglio in campionato.

Quanto è importante cercare di non arrivare settimi?
Non penso tanto al futuro, solo alla prossima partita. E’ importante pensare che con l’Ajax sia finita e tornare al campionato. La nostra ambizione è battere il Torino, dobbiamo fare una buona partita.

Pastore potrebbe partire titolare?
Vediamo domani.

Le gare con Atalanta e Torino potrebbero essere decisive per il quarto posto?
E’ importante vincere le nostre partite. Penso solo al Torino, non possiamo pensare oltre.

C’è un problema di reclutamento dei giocatori? Se ne prendono tanti ma non quelli giusti…
E’ importante avere una rosa compatta. Alla Roma quasi tutti hanno giocato e fatto parte delle mie scelte. In assoluto sono d’accordo: è importante avere una rosa compatta.

Il campionato è un obiettivo molto importante ma queste partite possono essere utili per recuperare la forma di quei calciatori che possono risultare decisivi in Europa?
Sono due competizioni diverse, penso solo al campionato ora. Farò le scelte migliori per domani, pensando alle questioni fisiche e tattiche. La partita con l’Ajax è finita, dobbiamo tornare sul campionato, dove abbiamo ancora un obiettivo. Voglio che la squadra sia concentrata su questo.

Cosa vorrebbe vedere in campionato delle partite europee?
Magari la stessa concentrazione, determinazione e aggressività difensiva. E’ importante che la squadra faccia sempre una partita sicura difensivamente. Come abbiamo fatto bene con l’Ajax, penso che possiamo migliorare in campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA