Dan e Ryan Friedkin

ULTIME NOTIZIE AS ROMA COMUNICATO – Un indebitamento netto di 265,5 milioni di euro al 31 marzo 2021. Circa 12 milioni in più rispetto a dicembre 2020 determinato “dall’aumento di debiti verso banche per finanziamenti bancari di breve e lungo periodo”. Così la Roma ha pubblicato la relazione mensile come di consueto. Per quanto riguarda invece il gruppo A.S. Roma, l’indebitamento si attesta sui 262.348 milioni di euro.

“L’Indebitamento finanziario netto adjusted della Società al 31 marzo 2021 evidenzia un indebitamento netto pari a 265,5 milioni di euro, e si confronta con un valore pari a 253,4 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e a 300,2 milioni di euro al 30 giugno 2020. L’incremento dell’indebitamento finanziario netto rispetto al 31 dicembre 2020, pari a 12,1 milioni di euro, è sostanzialmente determinato dall’aumento dei debiti verso banche per finanziamenti bancari di breve e lungo periodo.

Il decremento registrato rispetto al 30 giugno 2020, pari a circa 34,7 milioni di euro, è sostanzialmente dovuto a (i) la conversione integrale e irrevocabile del finanziamento soci in “Riserva Azionisti c/Aumento di capitale”, come di seguito descritto; (ii) la riduzione del finanziamento infragruppo verso Mediaco; (iii) le maggiori disponibilità liquide, parzialmente compensati dall’aumento dei debiti verso banche per finanziamenti bancari di lungo periodo. Nel dettaglio, si compone di disponibilità liquide, per 22,1 milioni di euro (18,5 milioni di euro, al 31 dicembre 2020 e 4,2 milioni di euro, al 30 giugno 2020), attività finanziarie non correnti, per 0,1 milioni di euro (0,1 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e al 30 giugno 2020), e indebitamento, per complessivi 287,8 milioni di euro (272 milioni di euro, al 31 dicembre 2020 e 304,6 milioni di euro, al 30 giugno 2020):

L’Indebitamento finanziario netto adjusted a medio/lungo termine è pari a 262,3 milioni di euro (255,1 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 265,9 milioni di euro al 30 giugno 2020), composto da attività finanziarie non correnti, pari a 0,1 milioni di euro, rimaste invariate rispetto al 31 dicembre 2020 e 30 giugno 2020, e debiti finanziari, con scadenza oltre i 12 mesi, per complessivi 262,4 milioni di euro (255,2 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 266,1 milioni di euro al 30 giugno 2020), di cui:

– 244,8 milioni di euro (242,2 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 251,3 milioni di euro al 30 giugno 2020), relativi ai contratti di finanziamento infragruppo da ultimo modificati nel mese di agosto 2019 con Soccer e Mediaco;

– 5,9 milioni di euro relativi al finanziamento chirografario erogato il 4 marzo 2021 a favore di AS Roma da una primaria banca italiana, di seguito meglio descritto;

– 0,5 milioni di euro (0,6 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 0,6 milioni di euro al 30 giugno 2020), per debiti verso altri Istituti Finanziari;

– 11,2 milioni di euro (12,5 milioni di euro al 30 giugno 2020 e 14,1 milioni di euro al 30 giugno 2020), per debiti finanziari per diritti d’uso derivanti dalla applicazione del principio contabile IFRS 16.

L’Indebitamento finanziario netto adjusted a breve termine è pari a 3,2 milioni di euro (negativo per 1,7 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e positivo per 34,3 milioni di euro al 30 giugno 2020), composto da disponibilità liquide per 22,1 milioni di euro (18,5 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 4,2 milioni di euro al 30 giugno 2020) più che compensate da debiti finanziari, pari a 25,4 milioni di euro (16,8 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 38,5 milioni di euro al 30 giugno 2020).

In particolare, i Debiti finanziari con scadenza entro 12 mesi sono relativi per:

– 8,8 milioni di euro (8,2 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 11,8 milioni di euro al 30 giugno 2020), alla parte a breve del contratto di finanziamento infragruppo con MediaCo, sopra richiamato;

– 10,2 milioni di euro (2,3 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 11,6 milioni di euro al 30 giugno 2020), a debiti verso banche per finanziamenti bancari di breve periodo;

– 0,6 milioni di euro (0,6 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 0,1 milioni di euro al 30 giugno 2020), relativi all’addebito delle operazioni effettuate a mezzo carte di credito aziendale;

– 0,1 milioni di euro (0,1 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 0,1 milioni di euro al 30 giugno 2020), a debiti verso altri Istituti Finanziari;

e – 5,6 milioni di euro (5,6 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e 4,9 milioni di euro al 30 giugno 2020) per la quota a breve del debito finanziario per diritti d’uso derivante dalla applicazione del principio contabile IFRS 16

© RIPRODUZIONE RISERVATA