Gianluca Mancini

AS ROMA NEWS TORINO MANCINI – Gianluca Mancini, difensore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la vittoria dei giallorossi in campionato contro il Torino per 3-0. Queste le sue parole:

MANCINI A DAZN

Obiettivo raggiunto: siete in Europa League. Mentre tutti parlavano della finale, voi vi siete concentrati solo sul Torino. 
“Già in settimana pensavamo davvero a questa partita. Dopo tutti gli sforzi, finire settimi o ottavi non lo volevano. Stasera era la partita più importante. Il Torino è una squadra forte che poteva crearci problemi. Le altre partite ce l’eravamo complicate da soli, potevamo solo vincere”.

Siete un gruppo coeso, hai anche tu questa sensazione? 
“In campo ci aiuta parlare, aiutarci. Poi ci sta mandarci a quel paese. È la cattiveria che ci abbiamo messo. Potevamo fare anche meglio, ma nella prima gestione del mister abbiamo migliorato la classifica e siamo in una finale europea. Si può dire una stagione soddisfacente”.

Siete cambiati quando avete giocato con la difesa a tre. Cosa vi ha detto Mourinho a fine partita? 
“Il modulo a tre ha dato quella sicurezza che mancava. Cambiando il modulo siamo stati più compatti e poi sulle ripartenze abbiamo giocatori devastanti. Il mister ci ha fatto i complimenti per la stagione. È chiaro che qualche parolina per la finale l’ha detto, ci ha caricato. Ora possiamo pensarci”.

Hai già studiato l’attaccante del Feyenoord? 
“Il Feyenoord non l’abbiamo studiato, non dico bugie. La nostra partita era stasera, anzi il mister aveva alzato l’attenzione. Era fondamentale vincere e prima della finale: ti fa lavorare meglio questi cinque giorni. Il capocannoniere l’ho visto in alcune partite della Conference. Ora inizieremo a studiarli per portare a casa qualcosa di straordinario. Le finali si giocano con tutto”.

Qual è stato il segreto dell’impatto di Abraham? 
“È un ragazzo molto generoso. Si è adattato benissimo coi compagni, si fa volere bene e poi ha qualità molto importanti. Non è da tutti venire da un altro campionato e fare 25 gol alla prima stagione. È un ragazzo e un professionista eccezionale e speriamo che alla fine sarà anche il capocannoniere della Conference”.

Marcare Abraham in allenamento?
“Più compagni forti hai in squadra e più migliori”.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID