Aleksander Ceferin

L’Uefa starebbe pensando a un “nuovo Europeo“. A partire dal 2028, edizione che dovrebbe svolgersi in Gran Bretagna e Irlanda, infatti, l’Europeo potrebbe diventare un torneo a 32 squadre e non più a 24. Cambiamento che di fatto garantirebbe la partecipazione a molte Nazionali senza dover passare per i match di qualificazione.

Una mossa che ha spinto la Professional Footballer’s Association a chiedere un confronto in tempi brevi. Maheta Molango, presidente della PFA, sindacato dei calciatori in Inghilterra e in Galles, ha rilasciato delle dichiarazioni merito a Sportsmail: “Comprometterebbe soltanto la qualità del prodotto. I ragazzi non vedrebbero la miglior versione dei loro idoli. Questa è la realtà. Sì, potrebbero esserci dei benefici nel breve termine, ma a lungo termine stiamo soltanto compromettendo il prodotto. Siamo preoccupati per il fatto che i calciatori sono sempre gli ultimi a scoprire le cose. È sempre un processo per cui loro scoprono tutto quando è tutto deciso e a loro viene detto di accettarlo“.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID