Stephan El Shaarawy

CALCIOMERCATO AS ROMA EL SHAARAWY – Nella semestrale al 31 dicembre 2020, la Roma ha reso noti anche diversi dettagli delle operazioni di mercato chiuse nella finestra invernale di calciomercato in cui sono arrivati Stephan El Shaarawy e Brayn Reynolds. Nella relazione pubblicata dal club giallorosso, in particolare, si legge che il contratto firmato dall’attaccante classe ’92 fino a giugno 2023 contiene anche una “opzione per l’estensione per un’ulteriore stagione sportiva”.

Per il terzino americano, invece, è già scattato l’obbligo di riscatto: “Acquisto a titolo temporaneo dalla Major League Soccer fino al 30 giugno 2021, dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Bryan Reynolds, a fronte di un corrispettivo complessivo pari a 0,1 milioni di euro, con l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo, condizionato al verificarsi di determinate situazioni sportive, per 6,75 milioni di euro, che si sono verificate nel corso del mese di febbraio 2021. L’accordo prevede il pagamento di un corrispettivo variabile, fino ad un massimo importo teorico di 5,65 milioni di euro, per bonus legati al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi da parte di AS Roma e del Calciatore, oltre che, in caso di futuro trasferimento del Calciatore, il pagamento di un importo pari al 15% del prezzo di cessione in eccesso rispetto a quanto pagato per l’acquisto. Con il Calciatore è stato sottoscritto un contratto valido fino al 30 giugno 2025″.

Non solo, perché si sono verificate anche le condizioni per gli obblighi di riscatto relativi a un’altra operazione. Si tratta di quella che ha portato Kumbulla in estate dal Verona alla Roma con un “acquisto a titolo temporaneo, fino al 30 giugno 2022, dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Marash Kumbulla, e per la cessione a titolo temporaneo, fino al 30 giugno 2022, dei calciatori Yıldırım Mert Çetin, Matteo Cancellieri e Aboudramane Diaby. Il saldo netto complessivo di tali operazioni temporanee è risultato negativo per la AS Roma di 2 milioni di euro. Inoltre, tutti i suddetti accordi prevedevano l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo dei rispettivi calciatori al verificarsi di determinate condizioni sportive, ad oggi verificate. L’impatto derivante dall’insieme dei trasferimenti definitivi è stato negativo per AS Roma, per 13,5 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA