Damiano Tommasi

Nella sede della Federcalcio a Roma va in scena la riunione convocata dal presidente Tavecchio dopo la mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali. Ventura non ci sarà, il ct è rimasto a casa e non si è dimesso. Il suo contratto scade a giugno del 2018: con la mancata qualificazione non è scattato il prolungamento fino al 2020.

17.05 – Parla Damiano Tommasi: “Carlo Tavecchio ci ha comunicato che non intende dimettersi dalla presidenza della Figc: noi pensiamo che non si possa non ripartire dalle elezioni. Ci sara’ forse a breve un consiglio federale per prendere una decisione”.

16.20 – Le parole di Ulivieri: “Ancelotti? Non si deve essere obbligati ad un grande nome. Sarebbe la soluzione più facile se fosse possibile. Grande allenatore e grande stima, però in questo momento non possiamo essere legati ad una scelta di questo tipo. Dobbiamo pensarci e approfondire. Cosa mi aspetto? Non mi aspetto niente, vado a parlare. Fiducia in Tavecchio? Fiducia nel programma, ma ora cerchiamo di capire la situazione». Così il presidente dell’Assoallenatori, Renzo Ulivieri, all’ingresso nella sede della Federcalcio. «Non qualificarsi costituisce un problema – ha dichiarato Ulivieri – non siamo stupidi da non capire. Abbiamo problemi tecnici, i nostri ragazzi giocano poco. Colpevole solo Ventura? Nessuno ha detto mai questo, di fronte a un risultato di questo genere il nostro sistema si deve mettere in discussione. Se io mi sarei dimesso al posto di Ventura? Consiglio di non dare le dimissioni a caldo, perché dopo si ci confronta e ci si parla. C’è una prassi e derogare da questo percorso mi sembra sbagliato”.

16.15 – Gravina dice: “La decisione la lascio a Tavecchio. Io esprimerò la mia posizione politica, che non è non critica per tutto quello che è successo, ma devo anche valutare i rischi di un vuoto di potere in un momento in cui tra l’altro due leghe professionistiche, le più importanti in Italia, non hanno una governance. È un rischio altissimo, da valutare con molta attenzione, valutando sia i pro che i contro». Sono le parole del presidente di Lega Pro, Gabriele Gravina, intervenuto a “Tutti Convocati” su Radio 24. «Negli ultimi tempi, Tavecchio ha dimostrato un equilibrio importante – ha proseguito Gravina -. In questo momento io credo che sia necessario un atto di responsabilità da parte del presidente federale, però credo che sia altrettanto responsabile da parte di tutte le componenti cominciare a ragionare non per coltivare il proprio orticello ma nel valorizzare al meglio quelle che sono le reali risorse del calcio italiano”.

16.10 – Malagò dice: “Cosa mi aspetto dal vertice in Figc? Vediamo, aspettiamo. Non ho niente da dire. Io comunque continuo a parlare con tutti, fa parte del mio stile e della mia educazione”.

16.00 – Nicchi su Tavecchio: “Intanto noi arbitri al Mondiale ci andremo e faremo sicuramente una bella figura. Fiducia a Tavecchio? La nostra categoria ha un pregio, prima di dare un rosso o un giallo guarda e ascolta”.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨