Dopo le parole di Adis Junuzović, portavoce dell’agenzia che gestisce Pjanic, è arrivata la smentita, abbastanza piccata, del calciatore bosniaco: “Si tratta delle parole di una persona che conosco, ma che non ha alcun titolo per parlare a mio nome e forse cercava solo i suoi cinque minuti di notorietà. Soltanto il mio avvocato Michael Becker può permettersi di esprimere pareri parlando a mio nome della mia situazione contrattuale, chiunque altro lo faccia è un millantatore. Se ci sarà bisogno di annunciare qualcosa sulla vicenda lo farà il presidente della Roma, non certo questa persona”, le parole dichiarate da Pjanic ai microfoni Ansa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA