Marco Violi

NOTIZIE AS ROMA VIOLI – Marco Violi, direttore di Romagiallorossa.it, parla di quello che gli sta accadendo da oltre un anno sui Social, specie su Twitter. Queste le sue parole.

Marco, su Twitter è iniziata una campagna d’odio senza precedenti contro di te. Stai sopportando da oltre un anno questa situazione. Come ti senti?

“Male, ma determinato a combattere ognuno di questi personaggi che si celano dietro un nickname e account fake. So che dietro c’è qualcuno di molto influente e non ho paura nella maniera più assoluta ad affrontarlo in tribunale”.

Poi c’è @LogikSEO che è ossessionato da te. Perchè tutto questo?

“E’ un poveraccio. E’ un mentecatto. E’ un delinquente. E’ un malato di mente. E’ un fallito. Non ho altri aggettivi per definirlo. Uno che passa la sua vita intera su Twitter a diffamarmi, a pensare sempre a me, manco fossi una bella donna, è segnale che è un malato di mente. La Polizia lo ha rintracciato e presto avrà delle sorprese molto spiacevoli. Gli voglio dire una cosa: io non mollo mai, o si vive o si muore. Ed è l’ora che muoia lui, metaforicamente parlando. Vada a farsi una bella scopata invece di passare la sua vita intera su Twitter a pensare a me. Capite che una persona così è malata di mente, no? Non può essere ossessionato da me. Il suo datore di lavoro, evidentemente, lo paga bene. Mi fa anche paura perchè gente come questa è capace di tutto, ma la Polizia è al corrente di questo e sono protetto”.

Chiederai la scorta?

“La mia scorta è la gente che mi vuole bene. E ce n’è tanta, ve lo assicuro”

Cosa vuoi dire ai tuoi odiatori seriali?

“Che non mi fanno paura, che mi fanno pena. Hanno una vita di merda, sono gentucola. Io ho una vita piena di affetti e di amore. Loro, invece, hanno una vita grama”

© RIPRODUZIONE RISERVATA