Dan e Ryan Friedkin

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La Roma pubblica, come di consueto, il comunicato relativo alla posizione finanziaria netta della Società e del Gruppo As Roma, così come le posizioni debitorie scadute e le principali variazioni nelle relazioni con parti correlate. Di seguito alcuni stralci del comunicato:

L’Indebitamento finanziario netto adjusted della Società al 30 aprile 2021 evidenzia un indebitamento netto pari a 291,7 milioni di euro, e si confronta con un valore pari a 253,4 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e a 300,2 milioni di euro al 30 giugno 2020. L’incremento dell’indebitamento finanziario netto rispetto al 31 dicembre 2020, pari a 38,2 milioni di euro, è sostanzialmente determinato da (i) il finanziamento soci erogato in aprile da Romulus and Remus Investments LLC (“RRI”) per il tramite della controllante NEEP Roma Holding S.p.A. (“NEEP”); (ii) l’aumento dei debiti verso banche per finanziamenti di breve e lungo periodo e (iii) le minori disponibilità liquide

Il decremento registrato rispetto al 30 giugno 2020, pari a circa 8,6 milioni di euro, è sostanzialmente dovuto alla riduzione del finanziamento infragruppo verso Mediaco ed al decremento dei debiti verso banche per finanziamenti di breve periodo parzialmente compensati dall’aumento dei debiti bancari per finanziamenti di lungo periodo e dalle maggiori disponibilità liquide.“.

Per quanto riguarda il gruppo As Roma “l’Indebitamento finanziario netto consolidato adjusted al 30 aprile 2021 è pari a 288,8 milioni di euro e si confronta con un valore pari a 247,9 milioni di euro al 31 dicembre 2020 e a 299,8 milioni di euro al 30 giugno 2020. L’incremento dell’indebitamento finanziario netto rispetto al 31 dicembre 2020, pari a circa 40,9 milioni di euro, è sostanzialmente determinato da (i) il finanziamento soci erogato in aprile da RRI per il tramite della controllante NEEP; (ii) l’aumento dei debiti verso banche per finanziamenti di breve e lungo periodo e (iii) le minori disponibilità liquide”.

In particolare, i debiti commerciali scaduti sono principalmente relativi, per 13,3 milioni di euro, ad agenti e consulenti sportivi, per oneri di intermediazione e consulenze legali riconosciuti in occasione delle operazioni di trasferimento dei diritti alle prestazioni sportive di calciatori e nell’ambito dei rinnovi di contratti di tesserati, qualificabili come “di normale gestione commerciale”. A tale riguardo si segnala altresì che, oltre ad alcuni solleciti rientranti nell’ordinaria gestione amministrativa, taluni creditori del Gruppo hanno posto in essere azioni per il recupero dei crediti scaduti ma che tali azioni, ne singolarmente ne complessivamente, possono pregiudicare il normale andamento aziendale, né hanno posto in essere sospensioni della fornitura“.

Nel dettaglio, si segnala che non sono state poste in essere operazioni differenti da quelle comunicate nella relazione finanziaria semestrale consolidata al 31 dicembre 2020, approvata dal Consiglio di Amministrazione lo scorso 26 febbraio 2021 e pubblicata in data 5 marzo 2021, ad eccezione di: – un contratto, sottoscritto nell’aprile 2021 tra AS Roma e TFGI Investments LLC, che prevede il distacco di una risorsa presso la AS Roma, che verrà fatturato al costo senza applicazione di mark-up; – finanziamenti soci per 20,5 milioni di euro da parte di da RRI per il tramite della controllante NEEP Roma Holding S.p.A. (“NEEP”) per supportare le esigenze di working capital della Società di cui 10,5 milioni di euro ricevuti in aprile e 10 milioni di euro ricevuti in maggio 2021“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA