Fabio Capello

AS ROMA NEWS CAPELLO – Fabio Capello, ex allenatore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni dal palco del ‘Festival dello Sport’ di Trento parlando delle difficoltà di lavorare nella Capitale. Queste le sue dichiarazioni:

“Roma è una città difficilissima, complicato anche il modo di lavorare e comunicare. Da allenatore parlavo chiaramente ai miei giocatori. Davo rispetto e pretendevo rispetto. Ma la cosa che più mi faceva arrabbiare e non accettavo era la mancanza di rispetto nei confronti dei componenti dello staff. Nessun calciatore in particolare mi ha mancato di rispetto. Chiaramente si poteva parlare e discutere, ma non avrei accettato altri comportamenti. Non sono un sergente di ferro, mi spiace che mi è stata data questa etichetta”.

Capello ha parlato anche di Antonio Cassano, che ha allenato nella capitale: “Aveva un talento smisurato, negli ultimi 20 metri vedeva giocate che gli altri nemmeno pensavano. Ha dato il 50% perché si è accontentato. È stato un peccato non averlo visto al massimo. Però riusciva a compiere giocate uniche”.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID