Francesco Totti

(Il Messaggero – U. Trani) Primo giorno di scuola per uno che è stato il primo della classe. Ieri a Trigoria Francesco Totti ha iniziato ufficialmente il suo percorso verso la panchina assistendo alla lezione di presentazione del corso per allenatore di base Uefa B. In ultima fila, mischiato con gli altri partecipanti, ad ascoltare e prendere qualche appunto. L’ex capitano della Roma, oggi dirigente della squadra in cui ha giocato 25 anni, ha assistito con interesse alla lezione tecnico-tattica con Biagio Savarese, vice di Renzo Ulivieri (presidente dell’Assoallenatori). Nelle sette settimane di durata il corso toccherà diversi argomenti legati al lavoro sulla panchina (metodologia dell’allenamento, psicologia, medicina sportiva, carte federali, regolamento di gioco, lezioni di primo soccorso) mentre l’esame finale è previsto per metà dicembre. Totti vuole arrivarci preparato, come spesso gli è capitato in area di rigore. Il corso Uefa B rappresenta il primo step obbligatorio per diventare allenatore e permette, una volta superato l’esame, di guidare tutte le squadre giovanili, ad eccezione di quelle partecipanti al campionato Primavera, e tutte le prime squadre nei campionati organizzati dalla Lega Nazionale Dilettanti, inclusa la Serie D. L’obiettivo di Totti è quello di lavorare con i giovani, magari al fianco di Bruno Conti. «La panchina della Roma? Tranquilli, non ci penso», ha scherzato recentemente l’ex capitano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA