Josè Mourinho

ULTIME NOTIZIE AS ROMA MOURINHO“L’obiettivo è sempre vincere la prossima partita”. Contro il Sassuolo, domenica sera all’Olimpico, José Mourinho toccherà il traguardo delle mille panchine in carriera, tagliato quasi senza rendersene conto.

Forse perché l’unico pensiero, come ha sottolinea lui stesso è stato costantemente quello della vittoria. “Non ho mai pensato di raggiungere le mille partite, né le ho mai contate o mi sono preoccupato. Ma quando mi hanno detto che ne mancavano otto o nove, allora l’ho notato e ho iniziato a fare i conti”, racconta lo Special One all’agenzia portoghese ‘Lusa’.

E allora Mou ha cominciato a scoprire i numeri: “Novantamila minuti, più i vari recuperi… Sono tanti! Ma non è cambiato nulla in me – assicura il tecnico della Roma -, nella mia essenza come persona o allenatore. Tutto ciò che accade mi dà una sensazione di ‘déjá vu’, sembra che già mi sia successo tutto e nulla mi sorprende. In fondo è questo il valore dell’esperienza, un capitale che molti tendono a svalutare, ma che, sia nel calcio che nella vita, ha un valore molto grande”.

Il focus, però, non è mai cambiato in questi 20 anni e più: “La cosa più importante è la prossima partita, e la prossima e poi la prossima e sempre la prossima… Fino all’ultima”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA