Roma-Trabzonspor 3-0

ULTIME NOTIZIE AS ROMA RADIO – Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Buona lettura!

Stefano Agresti (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Mourinho si è presentato molto bene, però parliamo comunque di quattro partite. Sicuramente è arrivato con la testa giusta il che non era scontato viste le ultime esperienze in Premier. Si sta comportando da Mourinho, in panchina e a parole. Penso che la Roma possa arrivare al derby a punteggio pieno, sarebbe un segnale importante. Battere le squadre medio-basse non è scontato e alla Roma ora aspettano tanti impegni in pochi giorni”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Pomeriggio – 104,5): “Mourinho ha riportato entusiasmo alla Roma. La sua storia parla da sé, si è presentato nella maniera giusta e la squadra lo segue. È un allenatore che non dà nulla per scontato, è attentato a tutto”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “Villar per tante partite è stato un giocatore che faceva emozionare i tifosi, una sorta di idolo. Ora gli scrivono “Te ne devi andare”, non è possibile nel giro di così poco tempo. Darboe mi sembra un giocatore di qualità: un ottimo piede, capacità di inserirsi. Con Mourinho ha giocato anche trequartista perché può darti la giocata negli ultimi metri”.

Mario Corsi (Centro Suono Sport – 101,5): “Speriamo che non sia nulla di grave per Zaniolo. Per Pellegrini invece sembra una infortunio diplomatico. L’anno scorso lo abbiamo criticato anche noi, ma ora è partito forte, segna, eppure Mancini non lo fa giocare mai. Immobile? A me non piace, non la prende mai fuori dall’Italia, però Cassano deve stare zitto. E’ veramente un cretino. Lui mise addosso le mani a Garrone, il presidente della Sampdoria. Ma come può dire una cosa del genere un giocatore che non è stato nessuno, che si ricorda solo per il cappotto di cammello con il quale si presentò a Madrid? Roma-Sassuolo? La squadra deve continuare a trottare, è importantissimo”.

Maurizio Catalani (Rete Sport – 104,2): “Nzonzi peggior acquisto della storia? La Roma di bidoni ne ha presi tanti, ma non a queste cifre. Non ricordo un giocatore più inutile di Nzonzi. Io ricordo la difesa della Roma di Zeman che aveva giocatori improponibili ma che erano stati pagati due lire e con ingaggi minimi, questo invece Nzonzi 3 milioni all’anno. Forse lui pensa di essere Falcao, ha rifiutato di tutto, e invece per lui perfino il Qatar è troppo. Non so come il Benfica abbia pensato di prenderlo, e lui ha rifiutato. Nei confronti della Roma è veramente un furto, alla fine scapperà da qui come il tabaccaio che ha rubato il gratta e vinci alla signora. Su Monchi ho una teoria: penso che sia venuto qui a fare un certo tipo di lavoro e c’è riuscito perfettamente…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “I problemi della Roma con le nazionali ce l’hanno un po’ tutti. La Roma deve fare tre punti domenica e ce la può fare. E’ una partita che nasconde delle insidie, ma Mourinho sa leggere bene le partite e lo farà anche contro il Sassuolo, anche perché in rosa ha delle alternative che altre squadre non hanno. Diawara non rientra nei piani di Mourinho, si è capito”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Contro il Sassuolo la Roma deve vincere, anche se manca qualcuno. E’ una grande occasione perché il calendario inziale della Roma è abbastanza in discesa. La squadra deve entrare in campo per vincere perché è una grande occasione. Il Sassuolo, poi, non è forte come l’anno scorso”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma ha acquisito già la mentalità che Mourinho ha voluto darle, con l’obiettivo del risultato, e credo che contro il Sassuolo non avrà grossi problemi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA